Sole e termometri oltre i 30 gradi: l’estate spalanca le porte all’Italia e lo fa con il ritorno dell’alta pressione, che ci accompagnerà nel corso di questa settimana, assicurando tempo stabile sulla maggioranza delle regioni e clima estivo. Anzi, la componente africana dell’anticiclone, a partire da giovedì, favorirà una significativa intensificazione del caldo su tutto il Paese, ma in modo particolare al Centro-Sud dove, tra venerdì 18 e lunedì 21, potrebbe innescarsi la prima ondata di calore della stagione, con temperature massime anche oltre i 35 gradi.

Al Nord, nel contempo, assisteremo ad un aumento del disagio dovuto all’afa, mentre attorno ai rilievi, già a partire da mercoledì, aumenterà il rischio di temporali. Intanto, tra oggi e domani, registreremo una temporanea attenuazione della calura: dapprima in val padana e lungo l’Adriatico, martedì anche al Sud, per l’ingresso di aria un pochino più fresca dai Balcani.

Previsioni meteo per lunedì 14 giugno

Tempo generalmente soleggiato, con una prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Temporanei annuvolamenti in sviluppo attorno ai rilievi nelle ore più calde della giornata, ma con isolati e brevi acquazzoni solo nelle aree interne del basso Lazio e sulla Sila.

Temperature massime in calo in Pianura Padana e sulle regioni del versante adriatico, pressoché invariate altrove: la regione più calda sarà la Sardegna dove si potranno toccare i 32-33 gradi. Venti moderati settentrionali su basso Adriatico, Puglia, Canale d’Otranto e mar Ionio.

Previsioni meteo per martedì 15 giugno

Su tutte le regioni tempo generalmente soleggiato, fatto salvo per un po’ di nuvolosità al mattino sulle pianure di Nord-Ovest e lungo le aree prealpine del Nord, ma in dissolvimento col passar delle ore. Nel pomeriggio modesti annuvolamenti in sviluppo attorno ai rilievi, con occasionali brevi acquazzoni non esclusi nel settore delle Alpi Marittime.

Temperature massime in ulteriore lieve calo in val padana, mentre un calo più sensibile è atteso al Sud peninsulare e nell’est della Sicilia. La Sardegna si conferma la regione più calda, con il termometro oltre i 30 gradi. Venti: moderati da nord su basso Adriatico, Puglia, Canale d’Otranto e mar Ionio.