Domenica di caldo intenso sull’Italia a causa della presenza dell’Anticiclone nord-africano. Il caldo raggiungerà il suo apice al Centro-Nord e in Sardegna, mentre proseguirà intensificandosi ulteriormente nelle regioni meridionali e in Sicilia, dove nei i primi giorni della prossima settimana si conferma un ulteriore crescita delle temperature. La soglia dei 40 gradi sarà probabilmente raggiunta in questo fine settimana in Sardegna e tra lunedì e martedì in Sicilia. Il tempo sabato sarà in generale soleggiato, con brevi episodi di instabilità più che altro sulle zone alpine, dove il rischio di temporali sarà più marcato nella seconda parte di domenica, con qualche rovescio che potrebbe spingersi anche in pianura al Nord-Ovest; tra domenica e lunedì infatti una perturbazione atlantica in transito sull’Europa centrale si avvicinerà alle nostre regioni settentrionali, grazie ad un indebolimento dell’anticiclone.

Previsione meteo per domenica 20 giugno

Domenica al mattino nubi in aumento al Nord-Ovest, con qualche rovescio o temporale su Alpi occidentali, Valle d’Aosta e Alpi lombarde; sereno o poco nuvoloso altrove. Nel pomeriggio nuvolosità sparsa in gran parte del Nord, in Sardegna e sull’Appennino centrale; piogge e temporali si fanno più diffusi sull’arco alpino e sulle Prealpi, fino a coinvolgere le vicine zone di pianura del Piemonte. Ancora in prevalenza soleggiato nel resto del Paese.

Caldo in aumento fin dall’inizio della giornata; temperature massime pomeridiane in lieve calo nelle Alpi, in Piemonte e nella Sardegna occidentale. Ventilato al Nord-Ovest e sull’alto Adriatico; venti moderati meridionali nel medio Tirreno.

Previsione meteo per lunedì 21 giugno

Lunedì sarà una giornata stabile e soleggiata al Centro-sud, su Sicilia e Sardegna, sulla bassa Val Padana e sulle coste dell’alto Adriatico. Nel resto del Paese maggiore nuvolosità con rischio di rovesci e temporali sulle Alpi con possibili sconfinamenti sulla pianura piemontese. Temperature massime in aumento con valori oltre i 35 gradi al Centro-sud. Valori in lieve calo al Nordovest e sulla Sardegna. Scirocco su Tirreno e alto Adriatico.