Il mese di agosto è arrivato e, per tante persone, ciò significa soprattutto una cosa: le tanto attese ferie. La maggior parte degli italiani è infatti pronta a partire per le vacanze, spaziando dal mare alla montagna e passando per le città d’arte e le mete all’estero. Proprio per la concentrazione altissima di turisti, nelle prossime settimane il rischio di imbattersi in picchi di traffico è molto elevato.

Per questo può rivelarsi una buona strategia prestare grande attenzione alle scelte, sia del tragitto sia del giorno e orario in cui partire, senza dimenticare di fare tutto il necessario per assicurarsi sicurezza e comfort durante il viaggio. Con una partenza intelligente, infatti, la vacanza può partire già tutta in discesa.

Le regole per una partenza intelligente

Anzitutto, c'è una questione di date. Le previsioni del traffico indicano che le prime criticità ci saranno già a partire da venerdì 5 agosto, con l’intera giornata considerata da bollino rosso, ossia ad alto rischio di disagi, code e traffico intenso. Ancora peggiore sarà la situazione nella mattina di sabato 6, da bollino nero e con le principali arterie del traffico nazionale (e non solo) molto probabilmente intasate dal traffico già dalle prime ore dell'alba.

A partire da sabato pomeriggio fino a domenica 7 agosto si ritornerà a una condizione di bollino rosso, quindi legger mente migliore. Le previsioni del traffico sono molto simili anche per il weekend successivo, quello da venerdì 12 a domenica 14, con alternanza di bollini rossi e neri nelle ore che precedono Ferragosto. E da lì in poi inizierà il cosiddetto contro-esodo, con i vacanzieri in viaggio di ritorno verso casa.

Insomma, per chi si mette in macchina nei prossimi giorni e nelle prossime settimane riuscire a trovare un giorno senza traffico sarà una sfida piuttosto ardua. Per risolvere tutti i problemi, o perlomeno evitare di passare ore in coda sotto al sole, è bene ricorrere ad alcuni semplici ma efficaci trucchi, cercando di viaggiare evitando il più possibile il traffico, assieme i disagi che ne derivano.

Come prima cosa, è bene cercare di escludere le giornate - e soprattutto gli orari - a maggiore rischio: certamente conviene svegliarsi un paio d’ore prima e viaggiare anticipando l'orario di punta piuttosto che rovinarsi le ferie con un viaggio estenuante. Secondo i dati statistici, infatti, la mattina presto è decisamente l’orario più indicato per partire. Anche la scelta del tragitto può fare la differenza: a parità di punto di partenza e destinazione, le strade senza pedaggio nelle giornate da bollino rosso o nero presentano spesso un traffico più scorrevole, proprio perché quasi tutti optano per l'autostrada.

Infine, c'è una serie di consigli utili per evitare di incappare in spiacevoli inconvenienti. Per esempio, prima di lungo viaggio è consigliato fare un controllo all’automobile che si intende utilizzare, evitare pasti abbondanti subito prima di mettersi in auto (soprattutto se si è il conducente) e assicurarsi di avere con sé provviste di acqua e cibo in caso di lunga coda, oltre a concedersi le giuste soste per evitare di affaticarsi troppo prima ancora che la vacanza sia davvero cominciata.