Nonostante il freddo di certi giorni, soprattutto durante le ore notturne, sarebbe opportuno resistere a una delle tentazione più frequenti durante i mesi più freddi dell'anno: quella di addormentarci con i termosifoni accesi. La temperatura troppo alta in camera da letto mentre dormiamo, comprometterebbe la qualità del nostro riposo e addirittura provocare l'insonnia.

Termosifoni accesi di notte: qual è la temperatura giusta?

L’ideale sarebbe una temperatura di circa 18°C. La temperatura interna del nostro organismo non è sempre la stessa. Mentre dormiamo, infatti, il nostro corpo disperde calore e abbassa la propria temperatura, iniziando una fase di raffreddamento fino a raggiungere la temperatura più bassa che solitamente è intorno alle 5 del mattino.

Una temperatura della camera troppo alta impedisce il processo di raffreddamento del nostro corpo, causando in questo modo una cattiva qualità del sonno, e in certi casi addirittura l'insonnia. Questo vale anche per i neonati che, tuttavia, come è noto potrebbero aver bisogno di una stanza con una temperatura leggermente più calda (al massimo 20°C).

I consigli per dormire bene durante la notte

Ecco di seguito alcuni semplici consigli per dormire bene:

  • Evitare di assumere caffeina di sera. Bere caffè, tè o bibite contenenti caffeina prima di andare a dormire può rendere difficile addormentarsi la notte. È consigliato quindi, sostituire il caffè del dopo cena con una tisana o un decotto a base di erbe.
  • Mantenere la stanza buia. Si consiglia di coprire con tende o scuri le finestre della camera da letto, in modo da impedire alle luci esterne di entrare a disturbare il nostro sonno. Sarebbe opportuno tenere fuori dalla camera da letto anche i dispositivi elettronici dotati di interruttori con la lucina lampeggiante.
  • Fuori la tecnologia dalla camera da letto. Per un buon riposo, è opportuno tenere fuori dalla camera da letto dispositivi come cellulari, tablet e PC, e interrompere il loro utilizzo almeno mezz’ora prima di addormentarsi. La luce blu emessa dai dispositivi tecnologici inibisce la produzione della melatonina, l’ormone del sonno.
  • Creare una propria routine del sonno. Leggere un libro, bere una tisana, fare un bagno caldo, mettere su carta le cose da fare il giorno dopo o meditare, sono solo alcune delle attività che si possono fare prima di andare a dormire che fanno capire al nostro organismo che è ora di riposare.