La protezione civile delle Campania ha diramato un avviso di Allerta Meteo di colore arancione per piogge e temporali a partire dalle ore 6:00 di venerdì 25 settembre 2020 fino alle 6:00 di sabato 26 settembre 2020 sull'intero territorio regionale ad esclusione della zona 4 (Alta Irpinia e Sannio) dove il livello di allerta è più preoccupante, visto che di parliamo di Allerta di colore Giallo.

Allerta Meteo Arancione in Campania per venerdì 25 settembre 2020

Stando al comunicato della Protezione Civile regionale si prevedono "precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, localmente di forte intensità.Venti occidentali tendenti a divenire forti nel corso della giornata con raffiche nei temporali. Mare tendente a divenire agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte".

La Protezione Civile evidenzia che si tratta della prima allerta meteo di colore Arancione che segue i mesi estivi e che occorre tener conto anche dei danni connessi e conseguenti agli incendi boschivi.

Allerta in Campania, cosa si prevede come fenomeni

Questo quadro meteo prospettato dalla protezione civile potrà dar luogo a fenomeni come:

  • Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango;
  • Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;
  • Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
  • Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti);
  • Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
  • Possibili cadute massi in più punti del territorio;
  • Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, a causa degli effetti indotti dagli incendi boschivi verificatisi sul territorio regionale.