Prosegue il dominio dell'anticiclone sull'Italia, e anche nel giorno di Venerdì Santo le condizioni meteo saranno stabili in tutto il Paese, accompagnate da un caldo anomalo: le temperature faranno registrare valori fino a 8-12 gradi al di sopra delle medie stagionali, con punte di 27-28 °C probabili soprattutto al Centro-Nord. Nel frattempo si aggrava la lunga fase siccitosa al Nord, dove le piogge mancano ormai da metà febbraio.

Nel weekend di Pasqua la situazione meteo è destinata a cambiare. Sabato infatti due deboli perturbazioni raggiungeranno l’Italia, causando un aumento dell’instabilità atmosferica con piogge e rovesci soprattutto nelle regioni centrali: la prima (la perturbazione numero 1 di aprile) arriverà dal Mediterraneo Occidentale, la seconda (numero 2 del mese) giungerà dal Nord Europa e, dirigendosi verso i Balcani, con la sua coda coinvolgerà anche il nostro Paese, su cui spingerà aria fredda responsabile di un marcato calo delle temperature ad iniziare dal Nord e dalle regioni adriatiche.

Previsioni meteo per venerdì 2 aprile

Venerdì al mattino prevalenza di tempo soleggiato in gran parte d’Italia, ma con un po’ di nebbie in dissolvimento lungo le coste tirreniche e nelle zone interne del Centro. Nel pomeriggio nubi in aumento su Alpi Orientali, Abruzzo, Molise e regioni meridionali, con isolati rovesci su zone appenniniche e Gargano; sempre bello altrove.

Temperature senza grandi variazioni e sempre al di sopra della norma. Venti moderati, meridionali o di Libeccio, su Ionio e Canale di Sardegna; venti deboli altrove.

Previsioni meteo per sabato 3 aprile

Sabato bel tempo sulle Alpi centrali e Orientali. Alternanza tra sole e nuvole nel resto d’Italia: isolati acquazzoni e temporali, specie tra pomeriggio e sera, su Pianura Lombardo-Veneta, zone interne del Centro, coste centrali adriatiche, Campania, nord della Puglia e Sardegna.

Temperature massime in sensibile calo al Nord, regioni centrali adriatiche e Sardegna.