Anche nella seconda parte della settimana l’anticiclone dominerà sull’Italia, garantendo condizioni meteo stabili e un clima eccezionalmente mite per il periodo, ma soprattutto dal weekend potremo assistere ai primi segnali di cambiamenti.

In particolare, venerdì il sole avrà la meglio quasi ovunque; con l’eccezione solo delle nebbie che probabilmente si svilupperanno tra l’Emilia orientale e il sud del Veneto. Le temperature saranno ancora decisamente al di sopra delle medie stagionali, con punte che nelle zone più calde potranno superare i 20 gradi, ma nelle regioni settentrionali si registreranno primi lievi cali nei valori massimi. I venti saranno in prevalenza deboli e i mari calmi o poco mossi.

Sabato potremo assistere a un aumento delle nuvole nelle pianure del Nord e lungo il medio versante adriatico, ma non sono previste precipitazioni significative. Si profila anche un’intensificazione del vento nelle regioni centro-settentrionali, con venti che soffieranno orientali in Pianura Padana e di Bora sull’alto e medio Adriatico.

Se questa evoluzione sarà confermata anche nei prossimi aggiornamenti, tali condizioni potranno ostacolare la formazione di nebbie al Nord e lungo le coste adriatiche e soprattutto potranno contribuire a migliorare la qualità dell’aria. Al Nord e sul medio versante adriatico le temperature massime potranno far registrare dei cali, mentre nel resto d’Italia il clima sarà ancora eccezionalmente caldo e il tempo in prevalenza soleggiato.

Secondo l’attuale tendenza meteo, che risulta ancora piuttosto incerta, probabilmente da domenica le nuvole aumenteranno ulteriormente soprattutto al Nord-Ovest. Si profila anche un’intensificazione dei venti orientali, specie sul Nord e sul settore adriatico della Penisola, che saranno responsabili di un’ulteriore attenuazione del caldo: dopo aver toccato valori eccezionalmente elevati in questi giorni le temperature si riporteranno probabilmente su valori più vicini alle medie stagionali.