La nuova settimana si aprirà lunedì 12 aprile con condizioni meteo perturbate: la responsabile è la perturbazione numero 5 del mese, che tra lunedì e martedì attraverserà l'Italia portando maltempo a tratti intenso soprattutto sulle regioni centro-settentrionali.

Mercoledì 14 aprile la perturbazione si allontanerà dall’Italia e osserveremo un miglioramento delle condizioni meteo, anche se non mancheranno le nuvole. Nella prima parte della giornata il cielo sarà nuvoloso sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e sulla Sicilia settentrionale: su Marche, Abruzzo, Molise e Gargano sono attese residue e sporadiche precipitazioni, con neve oltre i 1.000 metri. Qualche debole pioggia isolata potrà interessare anche il nord-est della Sicilia e i settori tirrenici della Calabria.
Nel pomeriggio qualche locale pioggia sui settori più occidentali dell’Appennino e sulla Liguria di Levante, sui rilievi nord-occidentali della Toscana e in Calabria. Quota neve in rialzo oltre i 1.200 metri.

Temperature minime in calo; valori massimi in diminuzione al Sud, in Sicilia e sul medio Adriatico, in rialzo al Nord-Est, in Sardegna e sulle regioni centrali tirreniche.

Nella seconda parte della settimana un campo di alta pressione si consoliderà sull’Europa settentrionale, mentre a latitudini più basse proseguirà l’afflusso di correnti fredde che coinvolgeranno anche l’Italia. Di conseguenza il clima resterà particolarmente freddo per la stagione, con temperature che sembrano destinate a rimanere al di sotto della norma. Le condizioni meteo dovrebbero però mantenersi per lo più stabili, con cielo prevalentemente soleggiato, anche se non mancheranno le nuvole e qualche precipitazione. In particolare venerdì qualche pioggia potrebbe tornare a bagnare le nostre Isole maggiori, lambite da una nuova perturbazione che probabilmente coinvolgerà soprattutto la Sardegna. Questa evoluzione è ancora piuttosto incerta e vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti per conoscere maggiori dettagli.