Dopo un inizio di settimana segnato dalla pioggia in diverse regioni, mercoledì 28 aprile le condizioni meteo miglioreranno solo parzialmente: la perturbazione attualmente in transito sull'Italia si allontanerà infatti dal Paese, ma al suo seguito l'atmosfera resterà instabile e osserveremo ancora qualche pioggia soprattutto sulle regioni centrali.

Al Centro-Nord la situazione meteo resterà movimentata anche nella seconda parte della settimana: giovedì arriverà un nuovo sistema perturbato e in seguito, mentre l'alta pressione si estenderà sulle regioni centrali, su quelle settentrionali il tempo resterà variabile.

La tendenza meteo per i prossimi giorni

Mercoledì 28 aprile il cielo sarà nuvoloso al Centro-Nord, con piogge sparse su Marche, bassa Toscana, Umbria, zone interne del Lazio e Appennino Abruzzese e Molisano; a carattere più isolato qualche debole pioggia anche su Alpi, Friuli e Venezia Giulia. Alternanza tra sole e nuvole in Sardegna, in generale senza piogge. Prevalenza di tempo bello al Sud.
Temperature massime in leggero rialzo al Nord, con poche variazioni altrove.

Giovedì 29 aprile arriverà una nuova perturbazione (la numero 11 del mese) e porterà molte nuvole sulla Sardegna e sulle regioni centro-settentrionali. Nel corso della giornata piogge sparse e intermittenti interesseranno la Toscana e il Nord, specie il Piemonte, la Liguria e le aree a nord del Po. Qualche pioggia più sporadica potrà coinvolgere anche la Sardegna e le altre regioni centrali. Al Sud e in Sicilia, invece, il sole avrà ancora la meglio e si assisterà a un ulteriore aumento del caldo: si potranno registrare locali punte superiori ai 25 gradi in particolare tra l’Isola e la Calabria.

Anche la parte finale della settimana si profila caratterizzata da condizioni meteo molto variabili sul Nord Italia, dove arriveranno altre piogge anche se il clima in generale risulterà piuttosto mite, con valori intorno alle medie stagionali. Il tempo sarà più stabile al Centro-Sud, dove l’alta pressione garantirà giornate soleggiate e insolitamente calde: le temperature saranno superiori alla media soprattutto nelle regioni meridionali e in Sicilia.