Dopo aver influenzato le condizioni meteo soprattutto al Nord nella giornata di Natale, la perturbazione numero 9 del mese sta attraversando la nostra Penisola, accompagnata da correnti di aria gelida che stanno portando maltempo invernale su molte regioni. Entro la giornata di Santo Stefano le temperature caleranno anche al Sud, mentre venti forti spazzeranno tutti i nostri mari e la neve imbiancherà fino a quote piuttosto basse l’Appennino Centrale.

Un’altra perturbazione (la numero 10 del mese) investirà le regioni del Nord tra la sera di domenica 27 dicembre e le prime ore di lunedì 28, con la neve che imbiancherà anche parte della Pianura Padana: accumuli significativi sono attesi in particolare su Emilia occidentale e Lombardia. Il maltempo dal sapore invernale ci accompagnerà, a tratti, fino alla fine del 2020, con pioggia e neve che al momento sembrano destinati a concentrarsi soprattutto al Centro-Sud.

Le previsioni meteo per Santo Stefano

È un sabato di bel tempo al Nord. Nuvole sul resto d’Italia: piogge sparse su gran parte del Centro (eccetto la Toscana), su praticamente tutte le regioni meridionali e in Sardegna; neve oltre 500-900 metri sull’Appennino Centrale, oltre 1000-1400 metri sull’Appennino Meridionale.

Temperature massime in calo, specie al Centro-Sud. Ventoso su tutti i mari che risulteranno in generale molto mossi, fino ad agitati i bacini attorno a Sardegna e Sicilia.

Le previsioni meteo per domenica 27 dicembre

Domenica molte nuvole e piogge sparse su Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia; quota neve sui rilievi intorno a 1000-1200 metri. Un po’ di nuvolosità anche su Marche, Abruzzo, Campania e Sardegna.
Tempo inizialmente soleggiato al Nord, sulle regioni centrali tirreniche e nel resto della Sardegna, ma con nubi in aumento tra pomeriggio e sera e nevicate fino in pianura a fine giornata al Nord-Ovest.

Temperature in ulteriore calo. Al mattino gelate diffuse al Nord con valori anche di 4-5 gradi sottozero; possibili gelate anche nelle zone interne del Centro. Venti settentrionali al Centro, intorno alla Sardegna e nel Canale di Sicilia, fino a burrascosi il Tirreno occidentale e il Canale di Sicilia.