Ci attendono due giornate, giovedì e venerdì, con condizioni meteo ribaltate rispetto a quelle della prima parte della settimana: quindi prevalenza di tempo bello al Sud, grazie al rialzo della pressione, mentre nuvole e un po’ di piogge andranno a interessare il Centro-Nord.

Sabato la situazione tenderà a diventare più stabile con ampi spazi per il sole al Centro-Nord e in Sardegna. Nubi addossate ai versanti esteri delle Alpi occidentali e in Valle d’Aosta, qualche annuvolamento in più al Sud ma in attenuazione. Le temperature massime non subiranno grosse variazioni e i venti si attenueranno, con l’eccezione della Sardegna dove soffierà il Maestrale e dell’alto Tirreno con venti occidentali.

Domenica l’Italia potrebbe essere raggiunta da una nuova perturbazione (la n.5) con nuvolosità sulle Alpi, al Nord-Est e nelle regioni centrali, associata a qualche debole precipitazione sulle Venezie, in Romagna, nelle zone interne e adriatiche del Centro. Qualche pioggia isolata sarà possibile anche sul basso versante tirrenico. L’afflusso di aria più fredda darà luogo a deboli nevicate a bassa quota sui rilievi della Valle d’Aosta e dell’alto Piemonte e a un calo termico sulle Alpi e nelle regioni centrali. Venti settentrionali in rinforzo con Foehn al Nord-Ovest.

La perturbazione verrà seguita, nel corso della prossima settimana, dal ritorno sull’Italia di correnti molto fredde provenienti da nord.