Le condizioni meteo resteranno instabili anche nei prossimi giorni: dopo il forte maltempo che ha caratterizzato lo scorso weekend e le piogge intense attese anche per la festa dell'Immacolata, l'Italia resterà bersaglio di altre perturbazioni.

Sono ben due, infatti, i sistemi perturbati che investiranno il nostro Paese nella seconda parte di questa settimana, anche se risulteranno meno intensi di quelli che li hanno preceduti.

Dopo il maltempo atteso per l'8 e il 9 dicembre, giovedì le condizioni meteo miglioreranno brevemente, e solo parzialmente: l'afflusso di correnti umide che seguirà il transito della perturbazione 3 di dicembre, infatti, manterrà il tempo molto variabile in molti settori. In particolare, le condizioni meteo saranno a tratti anche instabili, con la possibilità di alcuni locali rovesci, lungo le coste tirreniche centro-meridionali e nell'ovest della Sicilia. Nel resto del Paese giovedì potremo osservare schiarite a tratti anche ampie, soprattutto nel settore alpino.

Alla fine della giornata osserveremo però i primi segnali di un nuovo peggioramento: la perturbazione 4 di dicembre si avvicinerà all'Italia e farà sentire i suoi effetti a partire dalla Sardegna. Venerdì, poi, coinvolgerà più direttamente anche la Sicilia e le regioni meridionali.

Tra venerdì e sabato dovremo fare i conti anche con la quinta perturbazione di dicembre. Secondo l'attuale tendenza meteo, dovrebbe interessare il Nord-Ovest tra le due giornate e poi, sabato, dovrebbe influenzare le condizioni meteo soprattutto sulle Isole maggiori, sul versante tirrenico della Penisola e in Calabria.

Il transito della perturbazione sembra destinato a rivelarsi piuttosto veloce, e già da domenica dovrebbe concedere un generale miglioramento del tempo.