Il 2021 prenderà il via con una nuova fase meteo segnata dal maltempo. Proprio per Capodanno, una perturbazione di origine atlantica raggiungerà gran  parte dell’Italia. Un peggioramento è così atteso nel primo giorno dell’anno con rischio di forti piogge e neve a quote basse al Nordovest.

Meteo Capodanno, nuova perturbazione in arrivo sull'Italia

Nel primo giorno del 2021 resisteranno ampie schiarite sul medio Adriatico,  in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Nel resto d’Italia sarà una giornata molto nuvolosa con nevicate a bassa quota al Nord fino anche in pianura al Nordovest. Sono attese piogge sull’Emilia centro-orientale, sulle coste dell’alto adriatico, in Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna occidentale. Lungo le coste tirreniche non sono esclusi rovesci e locali temporali. Sull’Appennino centrale,  romagnolo, campano e sui rilievi della Sardegna  nevicate oltre  i 1000-1200 metri.

Venti meridionali da moderati o tesi sui mari di Ponente e medio alto adriatico. Mari in generale mossi. Temperature senza grandi variazioni con valori intorno alle medie stagionali.

La perturbazione giunta il primo di gennaio  sarà accompagnata da un vortice di bassa pressione posizionato ad ovest della nostra Penisola responsabile di un sabato 2 gennaio all’insegna del maltempo in gran parte dell’Italia. Il peggioramento raggiungerà anche le estreme regioni meridionali.