La fase più critica del caldo sta arrivando, con un ulteriore aumento delle temperature prima al Centro-Nord e poi al Sud con i termometri che arriveranno anche a 40 gradi.

Meteo, quarta ondata di calore 2022, inizia la fase più critica

Già da oggi, giovedì 21 luglio 2022, è prevista verso l'Italia una risalita del nucleo più bollente della massa d’aria sahariana, favorita dal consolidamento dell'alta pressione nordafricana fra il Mediterraneo centrale e l’Europa dell’est. La seconda parte della settimana sarà dunque caratterizzata da un ulteriore aumento delle temperature, dapprima al Centro-Nord e successivamente anche nelle regioni del Sud. Si prevedono picchi fino a 40 gradi in città come Milano, Bologna, Firenze e Verona, i primi centri a raggiungere queste temperature estreme. Proprio in queste aree del Nord Italia si potrebbero registrare dei veri e propri record termici per il mese di luglio e addirittura, in qualche cosa, dei record assoluti.

A risentirne sarà ancora una volta l'emergenza idrica, aggravata dalle condizioni climatiche che non lasciano spazio a precipitazioni, fatta eccezione per pochi e isolati episodi di instabilità sulle Alpi. Tale situazione è probabile che si protragga anche oltre, giungendo alla prossima settimana e dunque che perduri fino alla fine del mese di luglio. L'unica possibile tregua al Nord è prevista tra mercoledì e giovedì, con temperature di certo meno estreme ma ugualmente alte.

Previsioni meteo per giovedì 21 luglio

Per oggi, 21 luglio 2022, il tempo sarà soleggiato e appunto molto caldo in tutta Italia, con una leggera nuvolosità soprattutto sulle zone montuose a partire da metà giornata. Nuvolosità che diventerà più compatta sulle Alpi centro-orientali con possibili brevi e isolati temporali di calore tra l’Alto Adige, il Cadore e i rilievi friulani. Situazione diversa al Centro-Nord e in Sardegna, dove le temperature subiranno un ulteriore aumento e si aggireranno tra i 35 e i 40 gradi. Venti deboli, salvo locali rinforzi di brezza e di Maestrale nel Canale d’Otranto, e mari generalmente calmi o poco mossi.

Previsioni meteo per venerdì 22 luglio

Tendenza che proseguirà anche domani, venerdì 22 luglio 2022, con tempo soleggiato in tutta Italia e sporadica nuvolosità sulle zone montuose con un basso rischio di precipitazioni sulle Alpi. Insisterà anche il caldo, con temperature massime comprese tra i 32 e i 37 gradi, ma con punte di 38-40 gradi e possibili locali picchi di 41 gradi al Centro-Nord. La ventilazione si confermerà debole e anche i mari risulteranno ancora calmi o poco mossi.

Previsioni meteo per il weekend e i giorni successivi

Anche sabato 23 luglio sarà una giornata caratterizzata da tempo soleggiato e da alte temperature in tutta Italia. Successivamente, una perturbazione in arrivo dall'Europa centrale giungerà fino alle Alpi, causando rovesci e temporali sparsi principalmente sui settori centro-orientali. Non sono da escludere però isolati temporali di calore sulla pianura piemontese e lungo la pedemontana lombarda.

Le temperature resteranno stazionarie con possibili lievi rialzi per quanto riguarda le minime; le massime saranno invece in lieve calo sulle aree alpine centro-orientali e in diverse regioni come Liguria, Toscana e Lombardia, mentre aumenteranno in Romagna. Nella giornata di domenica 24 si confermeranno le alte temperature, diminuendo invece la probabilità di temporali di calore sui rilievi.

Cosa sono i temporali di calore

I temporali di calore non sono altro che precipitazioni a carattere intenso ma di breve durata ovvero di 30-40 minuti al massimo. Essi sono spesso accompagnata da fenomeni elettro-luminosi come i lampi e, cosa ancora più importante, non sono legati a una perturbazione.