Fino a venerdì sole e caldo anomalo sull’Italia, per effetto del vasto campo di alta pressione di matrice nord africana esteso fino al cuore del continente. La massa d’aria di origine sub-tropicale a esso associata è responsabile di temperature eccezionalmente elevate per il periodo, tipiche dell’inizio dell’estate: un’anomalia termica di 8-12 gradi che osserviamo in molte aree dell’Europa nord-alpina, con valori che raggiungono i 25-26 gradi non solo sulle nostre regioni del Centro-Nord, ma anche tra Francia, Belgio e Germania. Mercoledì 31 marzo e giovedì 1 aprile toccheremo il picco delle temperature. Nel frattempo prosegue la lunga fase siccitosa al Nord, dove le piogge mancano ormai da metà febbraio.

Ma dal weekend di Pasqua si osserveranno i primi segnali di un cambiamento. Due deboli perturbazioni raggiungeranno l’Italia, determinando un aumento dell’instabilità atmosferica e dunque il rischio di qualche pioggia: la prima (la numero 1 di aprile), proveniente dalla Penisola iberica, la seconda (la n.2), un fronte freddo in discesa dall’Europa settentrionale e diretto verso i Balcani, la cui coda toccherà anche la nostra Penisola.

L’aria fredda al suo seguito, a partire da domenica, causerà un marcato calo delle temperature al Nord e lungo l’Adriatico. Si tratta di un’evoluzione ancora incerta, pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti.

Previsioni meteo per mercoledì 31 marzo

Tempo ben soleggiato ovunque, salvo qualche annuvolamento lungo l’Appennino centro-meridionale, sul basso versante tirrenico e sulla Sicilia durante il pomeriggio. Non sono previste precipitazioni.

Temperature stazionarie o in lieve aumento; picchi di 25-26 gradi al Nord e sulla Toscana. Venti deboli, mari calmi o poco mossi.

Previsioni meteo per giovedì 1 aprile

Ancora tempo stabile e soleggiato quasi ovunque. Nel pomeriggio temporanei annuvolamenti in sviluppo lungo l’Appennino centro-meridionale, su basso Lazio, Campania e Sicilia. Da segnalare anche il passaggio di velature dapprima al Nord, verso sera anche al Centro.

Caldo anomalo, con temperature massime fino a sfiorare i 26-27 gradi sulle regioni settentrionali e sul medio-alto Tirreno. Ventoso per venti orientali nel Canale di Sardegna.