A metà settimana il caldo sarà ancora protagonista delle condizioni meteo sull’Italia, ma con una tendenza ad una graduale attenuazione ad inizio luglio, grazie al lento arretramento dell’alta pressione e del suo carico di aria rovente.

Nella giornata di mercoledì 30 su gran parte del Paese il tempo sarà prevalentemente soleggiato, eccetto il transito di qualche velatura al Sud e sulla Sicilia. Da segnalare ancora condizioni di instabilità che interesseranno specialmente le Alpi fin dal mattino a causa del lento transito di una perturbazione sull’Europa centrale. Saranno possibili quindi rovesci e temporali prevalentemente sulle Alpi centro-orientali, con possibili sconfinamenti sulle vicine pianure di Veneto e Friuli.

Si farà sentire ancora il caldo intenso in particolare al Sud e sulla Sicilia, dove saranno possibili picchi oltre i 35 gradi e addirittura intorno ai 40 gradi nell’isola. Al Centro, Sardegna e Nord-Est si potranno raggiungere valori intorno ai 35 gradi, mentre altrove le temperature saranno più contenute ma pur sempre nella media del periodo.

Giovedì 1 luglio insisterà ancora un po’ di instabilità, con rovesci e temporali sparsi, sulle Alpi orientali e in Friuli, mentre sul resto d’Italia prevarrà il sole. Giovedì avremo una prima attenuazione del caldo. Nonostante ciò al Sud potranno essere di nuovo essere raggiunti valori massimi di 35 gradi, con picchi anche superiori in Sicilia. Altrove, invece, difficilmente si andrà oltre i 33-34 gradi, con un clima un po’ più ventilato.

Nei giorni successivi l’alta pressione tenderà a farsi da parte, favorendo un flusso di correnti nord-occidentali che determineranno una ulteriore leggera attenuazione del caldo. Le condizioni del tempo resteranno generalmente stabili da Nord a Sud, a parte qualche nube innocua sulle zone montuose.