Martedì 13 luglio Italia divisa in due dal tempo: un’intensa perturbazione atlantica a carattere temporalesco (la numero 5 di luglio) investirà le regioni settentrionali e in parte quelle centrali, con il rischio di nubifragi, grandinate e forti raffiche di vento, portando un calo anche sensibile delle temperature. Al Sud e sulla Sicilia protagonisti saranno il sole e il clima bollente, con il termometro fino a sfiorare la soglia dei 40 gradi. Tuttavia, la massa d’aria più temperata che accompagna la perturbazione, a partire da metà settimana, si propagherà al resto della Penisola, mettendo fine anche al Centro-Sud alla breve fiammata africana. Nel frattempo al Nord proseguirà l’instabilità atmosferica, con il rischio di temporali almeno fino a sabato.

Sulle regioni peninsulari la tendenza a rovesci e temporali si farà più evidente verso la fine della settimana quando, la depressione associata alla perturbazione numero 5 e l’aria fresca al suo interno, scivoleranno verso sud-est, posizionandosi con il baricentro tra il mare Adriatico e la Penisola balcanica.

Previsioni meteo per martedì 13 luglio

In mattinata piogge e temporali si propagheranno dalle regioni di Nord-Ovest a quelle di Nord-Est e alla Toscana; nel pomeriggio coinvolti soprattutto i settori a nord del Po, l’alto Adriatico, l’Umbria, le Marche e, verso sera, il Lazio. Attenzione perché si potranno verificare fenomeni intensi, anche sotto forma di locali nubifragi, associati a grandine e violente raffiche di vento. Nel resto del Centro, su Sardegna, Campania e nord della Puglia nuvolosità irregolare in transito nel corso della giornata. Prevalenza di cieli sereni nel resto del Sud e in Sicilia.

Temperature massime in calo al Nord (più sensibile al Nord-Ovest) e sulla Sardegna; in aumento sul medio Adriatico, al Sud e sulla Sicilia dove non si escludono picchi fino a sfiorare i 40 gradi. Venti in generale rinforzo: di Maestrale sulla Sardegna, di Libeccio nel Golfo Ligure, altrove per lo più meridionali. Raffiche fino a 50-60 Km/h. Mari fino ad agitati a ovest della Sardegna; da mossi a molto mossi i bacini di ponente e l’Adriatico centro-settentrionale.

Previsioni meteo per mercoledì 14 luglio

Atmosfera instabile al Nord con rovesci e temporali più diffusi a ridosso dei monti (Alpi e Appennino settentrionale), sulle regioni di Nord-Est e sulla Lombardia orientale. Non si escludono ancora fenomeni localmente di forte intensità. Sulle regioni centrali, nei settori del basso versante tirrenico, sulla Romagna e sulla Sardegna cielo da poco nuvoloso a irregolarmente nuvoloso, con isolati rovesci o brevi temporali tra Liguria di levante e alta Toscana. Prevalenza di sole nel resto del Sud e sulla Sicilia.

Temperature massime in calo quasi ovunque, ma con le ultime fiammate di caldo tra Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia orientale, dove si potranno ancora superare i 35 gradi. Venti occidentali, da moderati a tesi su regioni peninsulari, mari di ponente e Isole maggiori. Mari: mossi o molto mossi i bacini ad ovest della Penisola.