Lunedì 7 dicembre parziale tregua del maltempo, con le piogge che risulteranno meno intense e meno diffuse, per lo più confinate sul Nordest e sulle regioni tirreniche, mentre sulle Alpi cadrà altra neve, ma meno abbondante. La fase di parziale tregua meteo sarà però breve, perché già martedì 8, giorno dell'Immacolata, arriverà un’altra intensa perturbazione (la numero 3 del mese) che porterà piogge diffuse, anche di forte intensità, al Centro-Nord e Sardegna, in estensione poi alla fine del giorno anche alle regioni meridionali. Arriveranno nuove nevicate sulle Alpi anche a quote relativamente basse mentre venti forti spazzeranno tutti i mari attorno alla Penisola. Le temperature non varieranno di molto e continueranno a oscillare attorno ai valori tipici di questo periodo.

Previsioni meteo per lunedì 7 dicembre

Lunedì prevalenza di tempo bello nelle regioni del medio e basso versante adriatico. Nuvole altrove, anche se non mancheranno le temporanee schiarite, specie al Sud: nel corso del giorno qualche pioggia al Nord, regioni tirreniche, Sicilia e Sardegna, con la possibilità di isolati temporali su Levante Ligure, Toscana e Campania. Deboli nevicate fino a quote collinari sulle Alpi Occidentali, oltre 500-1000 metri su resto dell’Arco Alpino e Appennino Settentrionale, al di sopra di 1200-1400 metri sull’Appennino Centrale.

Temperature massime in lieve calo su Venezie, regioni adriatiche e Sud, comunque vicine alla norma in gran parte d’Italia. Ventoso per venti di Libeccio, con mari in generale mossi o molto mossi.

Previsioni meteo per martedì 8 dicembre

Martedì molte nubi al Centro-Nord, con piogge diffuse al Nordest, Lombardia, regioni centrali e, solo al mattino, anche su Liguria e Piemonte. Neve su Alpi Occidentali e Appennino Ligure fino a quote collinari, oltre 600-800 metri sul resto dell’Arco Alpino, al di sopra di 900-1000 metri sull’Appennino Settentrionale, oltre 1300-1500 metri sull’Appennino Centrale. Tra sole e nuvole al Sud, ma in serata le piogge si estenderanno anche alle regioni meridionali.

Temperature massime in calo al Nordest e medio versante adriatico, in crescita invece al Sud.