All’inizio della prossima settimana si osserveranno gli ultimi effetti meteo della perturbazione numero 5, attesa domenica 26 sulle regioni centro-settentrionali.

In particolare nella giornata di lunedì 27 si potranno ancora verificare alcune precipitazioni sulle regioni di Nord-Est, su quelle centrali e più marginalmente tra il nord della Campania e della Puglia, anche sotto forma di rovesci o isolati temporali. Si tratta tuttavia di una evoluzione ancora molto incerta, soprattutto dal punto di vista delle aree geografiche coinvolte. Nel frattempo, al Sud e sulla Sicilia proseguirà il caldo anomalo con il termometro che potrà ancora superare i 30 gradi fino a sfiorare i 35 gradi sull’isola.

Nei giorni successivi la perturbazione dovrebbe allontanarsi definitivamente dalla nostra Penisola. L'atmosfera resterà però a tratti instabile al Sud, dove qualche temporale potrebbe interessare Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia. Altrove il tempo sarà più stabile, anche se non si esclude il passaggio di nubi alte. A metà settimana, a causa di venti tesi da nord o di maestrale, le temperature subiranno un calo ovunque, anche al Sud e sulle Isole dove terminerà questa fase di caldo estivo.