La veloce perturbazione n.7 tenderà ad allontanarsi verso la Grecia lasciando ancora qualche residua precipitazione al Sud. Alle sue spalle le schiarite si faranno ampie grazie anche al rinforzo dell’alta pressione che favorirà condizioni di stabilità e clima mite nei primi giorni della nuova settimana. Dato che il centro dell’anticiclone resterà posizionato sull’Europa sud-occidentale, l’Italia rimarrà ai margini di questa struttura, in corrispondenza del suo bordo orientale lungo il quale scorreranno alcuni sistemi nuvolosi che tenderanno ad addossarsi all’arco alpino per poi muoversi verso i Balcani.

In questo contesto le code degli impulsi perturbati riusciranno a lambire anche la nostra penisola, in particolare una nella giornata di mercoledì 15 e un’altra fra giovedì 16 e venerdì 17, causando, però, pochi fenomeni. Il secondo impulso sarà seguito da un probabile rinforzo dei venti settentrionali che accompagneranno una massa d’aria di origine polare marittima il cui nucleo più freddo sfilerà lontano dal nostro Paese, ma che riuscirà comunque a determinare un sensibile calo termico, con temperature che si porteranno temporaneamente sotto la media dopo alcuni giorni piuttosto miti.

Le previsioni meteo per lunedì 13 novembre

Giornata nel complesso abbastanza soleggiata con cielo sereno o poco nuvoloso in gran parte d’Italia. Nubi più estese interesseranno Alpi, Liguria, Toscana, Umbria, Emilia e settore del basso Tirreno. Isolate precipitazioni possibili lungo le Alpi di confine, con neve a quote alte. Fra notte e primo mattino formazione di nebbie in Pianura Padana e nelle valli interne del Centro.

Temperature in generale aumento e quasi ovunque oltre le medie stagionali. Venti fino a moderati da ovest o nord-ovest sui mari occidentali e meridionali.

Le previsioni meteo per martedì 14 novembre

Tempo ancora stabile, ma con la presenza di un po’ di nuvolosità sparsa che lascerà comunque spazio alle schiarite, a tratti ampie in Pianura Padana, lungo le coste del Centro, al Sud e sulle Isole. Possibili precipitazioni sparse lungo l’arco alpino, specie nei settori di confine e in Val d’Aosta, con neve in alta montagna; sporadiche piogge anche sui rilievi dell’alta Toscana.

Temperature per lo più in aumento con massime piuttosto miti, anche oltre i 20 gradi al Centro-Sud, fino a punte di 25-27 gradi su Calabria e Isole. Venti in moderato rinforzo da ovest o sud-ovest.