L’Italia è alle prese con l’ennesima espansione dell’Anticiclone Nordafricano verso il Mediterraneo centrale e l’Europa meridionale, che determinerà una nuova impennata delle temperature in tutto il Paese. Nonostante vi sia la possibilità di avvicinarsi localmente ai 40°C, questa fase sembra destinata ad essere un po’ meno estrema e duratura rispetto a quella precedente. In effetti l’alta pressione si mostra meno robusta rispetto all’ultimo evento, tanto da “ospitare” al suo interno aree di instabilità che potranno favorire lo sviluppo di temporali, in particolare verso il fine settimana al Nord. Il picco della canicola è atteso tra venerdì 5 e sabato 6 agosto sulle regioni settentrionali, mentre tra sabato e domenica 7 sarà la volta del Centro-Sud.

Domenica il caldo dovrebbe attenuarsi al Nord-Ovest, mentre nel resto d’Italia le temperature resteranno molto elevate; in particolare al Centro-Sud il caldo intenso potrebbe proseguire fino a metà della prossima settimana. Dal punto di vista dell’emergenza idrica, non sono attese grandi novità poiché le precipitazioni previste, pur concedendo un temporaneo e localizzato sollievo, non avranno una ricaduta significativa sul fronte siccità.

Le previsioni meteo per giovedì 4 agosto

Tempo in generale stabile e soleggiato. Da segnalare solo la tendenza allo sviluppo di nubi cumuliformi attorno ai rilievi, associate a isolati e brevi temporali di calore nel settore alpino centro-occidentale, sull’Appennino calabro e nelle aree interne della Sicilia.

Temperature in ulteriore aumento al Centro-Nord; valori generalmente compresi fra 31 e 36 gradi, con punte fino a 37-38 gradi in pianura padana, nelle zone interne e tirreniche della penisola e in Sardegna. Venti deboli a regime di brezza, salvo qualche rinforzo fra basso Adriatico e Ionio e nel Canale di
Sardegna, che diverranno localmente mossi.

Le previsioni meteo per venerdì 5 agosto

Tempo inizialmente soleggiato, ma con qualche annuvolamento sulle Alpi occidentali già al mattino. Nel corso della giornata consueto aumento delle nubi nelle zone montuose, con possibili brevi temporali di calore lungo l’arco alpino, nell’Appennino fra basso Lazio e Calabria e sui rilievi della Sicilia orientale.

Caldo in intensificazione: temperature massime diffusamente oltre i 33-34 gradi, ma con punte fino a 37-39 gradi. Venti in prevalenza deboli con rinforzi di brezza. Mari per lo più calmi o poco mossi.