Arriva la neve in pianura al Nord? La circolazione della prossima settimana vede ancora la presenza di un insistente e ondulato flusso occidentale che potrà indirizzare verso il nostro Paese altre perturbazioni atlantiche.

La prima di queste, in arrivo lunedì 4 dicembre al Nordovest, martedì 5 traslerà verso il Nordest e coinvolgerà gran parte del Centrosud. Per il Nord sarà l’occasione per ulteriori nevicate a bassa quota, per lo più deboli, su Alpi e Prealpi orientali e fino in pianura nella prima parte del giorno su Lombardia ed Emilia occidentale; piogge sul resto del Nordest e schiarite all’estremo Nordovest. Al Centrosud piogge o rovesci sparsi dalla Toscana e dalla Sardegna si propagheranno alle altre regioni anche se saranno più scarsi o localmente assenti su settore adriatico e ionico; sul Tirreno e nell’ovest delle Isole non si esclude anche qualche temporale. Le temperature massime saranno in aumento al Nordovest; prevarranno i rialzi anche al Centrosud per l’afflusso di aria più mite sospinta da venti anche intensi; un forte Maestrale soffierà in particolare sulla Sardegna.

Tendenza meteo: arriva la neve in pianura al Nord? Le proiezioni per l'Immacolata

Mercoledì la perturbazione si allontana verso Balcani con poche piogge isolate sulla Calabria tirrenica e in mare sull’Adriatico con isolato coinvolgimento delle coste pugliesi. Altrove il miglioramento sarà più netto con schiarite anche ampie. Temperature in rialzo sulle pianure del Nord dove si attenua il freddo invernale. Su Adriatico, Tirreno e Isole soffierà ancora un moderato Maestrale.

Giovedì poi dovrebbe trascorrere con un tempo tranquillo in attesa di una seconda perturbazione in transito tra l’Immacolata e il fine settimana. I suoi effetti sono ancora molto incerti. Secondo le attuali proiezioni si potrebbe trattare di un passaggio perturbato intenso con molte precipitazioni, localmente anche abbondanti a iniziare da Sardegna e Nordovest, e venti forti. Vi sarebbe anche la possibilità di nevicate significative fino in pianura al Nordovest nella giornata di venerdì, una prospettiva che andrà sicuramente verificata negli aggiornamenti dei prossimi giorni.