Questo fine settimana che segna l’inizio della primavera astronomica (l’equinozio cade infatti oggi, sabato 20 marzo alle ore 10:37), vedrà condizioni meteo invernali sull’Italia per l’arrivo di correnti gelide che alimenteranno due distinte perturbazioni che investiranno più direttamente le regioni centrali adriatiche, il Sud e le nostre due Isole maggiori.

La perturbazione numero 9 di marzo transiterà oggi, la numero 10 nella giornata di domani: saranno responsabili di piogge a tratti diffuse e intense e di nevicate localmente abbondanti in Appennino anche a quote inferiori ai 1000 metri; anche se più debole la neve scenderà fin verso i 500-700 metri sui rilievi delle regioni centrali adriatiche.

Il Nord e la Toscana rimarranno ai margini del maltempo: le giornate saranno fredde per il periodo ma complessivamente soleggiate; da segnalare soltanto la possibilità a metà giornata di sporadici rovesci di neve a quote collinari su Prealpi e Appennino emiliano. Questo tipo di circolazione dalle caratteristiche tipicamente invernali insisterà anche nei primi giorni della  prossima settimana.

Previsioni meteo per oggi, sabato 20 marzo

Molto nuvoloso o coperto su regioni centrali adriatiche, al Sud e nelle Isole con piogge diffuse e localmente moderate su Abruzzo, Molise, regioni meridionali e Sicilia; precipitazioni più deboli e isolate su Marche, basso Lazio e Sardegna; neve in Appennino. Ampie schiarite al Nord e Toscana, a parte qualche breve rovescio pomeridiano su Prealpi e Appennino, nevoso dai 500-800 metri.

Clima tipico da pieno inverno al Centro-Nord e Sardegna con temperature anche di 5-6 gradi al di sotto della norma. Al Nord valori all’alba localmente anche sottozero. Massime in lieve calo al Sud. Venti quasi ovunque da moderati a tesi e in prevalenza da est o nord-est; solo sullo Ionio soffierà lo Scirocco. Mari: mossi o localmente molto mossi i mari occidentali, il basso Ionio e l’alto Adriatico; poco mossi gli altri bacini.

Previsioni meteo per domenica 21 marzo

Tempo in prevalenza soleggiato al Nord e in Toscana. Tendenza ad ampie schiarite in giornata anche su settori nord di Marche e Lazio e in Umbria. Nel resto del Paese cielo da nuvoloso a coperto con precipitazioni diffuse e a tratti intense al Sud e Sicilia con neve in Appennino oltre i 700-1300 metri; precipitazioni più isolate e intermittenti possibili anche in Sardegna e al mattino sulle regioni centrali adriatiche; quota neve sui rilievi oltre 500-800 m sul versante adriatico dell’Appennino centrale, oltre i 1000 m su quelli sardi. Dalla sera fenomeni in attenuazione.

Temperature stazionarie o in ulteriore lieve calo, in generale sotto la media e tipicamente invernali. Venti da moderati a forti settentrionali al Centro-Sud, in Liguria e alto Adriatico. Mari mossi o molto mossi, fino ad agitato lo Ionio e i mari intorno alla Corsica e alla Sardegna.