Dopo un avvio segnato dall'arrivo di una nuova perturbazione, attesa sull'Italia nella giornata di lunedì, la prima settimana di febbraio sarà segnata da condizioni meteo per lo più stabili grazie all'espansione dell'Anticiclone, che si rinforzerà sul nostro Paese soprattutto a partire da mercoledì 3 febbraio.

Già da martedì 2 febbraio saranno evidenti i primi segnali di cambiamento, con temperature in aumento e schiarite ampie soprattutto al Centro-Nord e sulle Isole maggiori. Al mattino deboli piogge isolate potranno coinvolgere la Valle d'Aosta e i settori più a nord del Piemonte; piogge isolate interesseranno anche il Salento, la Sicilia settentrionale e la Calabria, specie nei settori tirrenici. Nella seconda parte della giornata i fenomeni tenderanno a esaurirsi ovunque.
I venti saranno per lo più deboli;  da moderati a tesi da ovest nordovest sui canali delle Isole maggiori e sul mare di Sardegna.

La situazione meteo cambierà in modo più significativo da mercoledì, quando l’anticiclone si consoliderà sull’Italia e darà il via a una fase di tempo stabile che potrebbe protrarsi per diversi giorni, probabilmente per tutto il resto della settimana.

Nello specifico, la giornata di mercoledì 3 febbraio risulterà nuvolosa in gran parte del Nord, in Toscana e in Umbria. Ci sarà il rischio di qualche debole pioggia o pioviggine in Liguria, sud-est del Piemonte, ovest dell’Emilia, Lombardia meridionale, Venezia Giulia ed estremo nord-ovest della Toscana. Nel resto d’Italia il cielo sarà in prevalenza sereno, con l’eccezione di un po’ di nuvole irregolari su Lazio, Campania e Calabria, e schiarite ampie si osserveranno anche sulle aree alpine e sul Piemonte occidentale.

Oltre a mantenere lontane le perturbazioni, l’anticiclone porterà sull’Italia una massa d’aria particolarmente mite per il periodo che, proveniente dal Nord Africa, sarà sospinta sul nostro Paese da venti meridionali a tratti anche moderati sui mari di ponente.
Il clima sarà eccezionalmente mite soprattutto al Centro-Sud e sulle Isole maggiori, dove si potranno registrare valori tipicamente primaverili, con punte che supereranno i 20 gradi, con una prevalenza di tempo soleggiato. Il clima risulterà più mite del normale anche al Nord, anche se con un’anomalia meno marcata rispetto alla media. Nelle regioni settentrionali la stabilità atmosferica sarà accompagnata da cieli spesso grigi, con foschie sulle zone di pianura, e talora anche da qualche pioviggine. In Pianura Padana, purtroppo, potremo osservare condizioni particolarmente favorevoli ad un aumento degli inquinanti atmosferici.