Italia letteralmente flagellata dal maltempo, in questa domenica 6 dicembre, alle prese con il lento passaggio della perturbazione n. 2.  Nelle prossime ore resta massima l’allerta in diversi settori a causa delle avverse condizioni meteorologiche e delle conseguenti situazioni di criticità. Piogge rovesci battenti, forti temporali e locali nubifragi investono le regioni tirreniche, la Sicilia e, a breve, anche il resto del Sud. Soffiano venti molto forti di Scirocco, con raffiche prossime ai 100 km/h sulle regioni meridionali e sul mare Adriatico.

L’intensa corrente sciroccale contribuisce ad alimentare precipitazioni ingenti soprattutto all’estremo Nord-Est dove, le correnti umide in risalita dall’Adriatico, vanno a impattare sui rilievi montuosi, con eccezionali accumuli di neve su rilievi alpini (anche oltre 2 metri al di sopra di 1500 metri) e piogge torrenziali e continue che si riversano nei corsi d’acqua, insieme alla neve in scioglimento alle basse quote per via del rialzo termico. Una brevissima tregua è prevista tra stanotte e domani, prima di un’altra intensa perturbazione (la numero 3), attesa al Centronord e sulla Sardegna per l’Immacolata.

Previsioni meteo per domenica 6 dicembre

Domenica il maltempo insisterà in Lombardia, Nord-Est, e al Centro-Sud, con altri rilevanti accumuli di neve fresca sulle Alpi centro-orientali, limite delle nevicate intorno a 1000/1500 metri e pioggia battente fino al pomeriggio su Veneto e Friuli Venezia Giulia. Molte le piogge anche al Centro, al Sud e sulla Sicilia, mentre migliora in Sardegna, con schiarite e residue piogge nell’ovest; attenzione rischio di temporali e nubifragi su Lazio, regioni meridionali e Sicilia. In serata precipitazioni in attenuazione.

Temperature senza variazioni di rilievo al Nord-Ovest, in calo altrove. Soffieranno forti venti di Scirocco su mar Ionio, Puglia, Basilicata e sul  mare Adriatico, con raffiche di burrasca oltre 80-90 km/h. Venti moderati o tesi occidentali su Isole e Tirreno meridionale. Mari da mossi a molto mossi, fino ad agitati o molto agitati Adriatico e Ionio; possibili mareggiate sulla Puglia meridionale.

Previsioni meteo per lunedì 7 dicembre

Lunedì cielo nuvoloso o molto nuvoloso al Nord, regioni del versante tirrenico, settori occidentali di Sardegna e Sicilia, con un po’ di piogge sparse, in generale deboli e intermittenti. Ancora qualche nevicata nel settore alpino e prealpino a quote comprese tra i 400 metri del Piemonte, fino ai 900-1000 metri del Friuli. Da segnalare qualche rovescio o temporale su estremo levante ligure, alta Toscana, basso Lazio, Campania e alto versante tirrenico della Calabria. Cielo poco o al più parzialmente nuvoloso sulle regioni ioniche e quelle adriatiche del Centro-Sud.

Temperature: minime stazionarie sulla Sardegna, in diminuzione altrove; massime in lieve calo sulle regioni nord occidentali e al Sud, in generale nella norma. Venti: in prevalenza deboli al Nord e settore adriatico; da moderati a tesi, fino a localmente forti, occidentali o sud occidentali su Isole, Mar Ligure, Mar Tirreno e Mar Ionio. Mari: mossi o molto mossi tutti i bacini intorno alla Penisola.