Nei prossimi giorni e probabilmente per tutta la prima settimana di gennaio, il tempo resterà variabile e a tratti anche perturbato sull’Italia, a causa della sostanziale assenza di una struttura di alta pressione. Domenica 3 gennaio, la parte più attiva della perturbazione giunta nella notte di San Silvestro e ancora in azione sul nostro Paese, tenderà ad allontanarsi verso est, lasciando alle sue spalle tempo ancora instabile, con altre occasioni per piogge, rovesci e locali temporali.

Successivamente, tra martedì e mercoledì (giorno dell’Epifania), si conferma l’arrivo di una nuova perturbazione (la numero 1 del mese), la cui esatta traiettoria e tempistica restano al momento ancora alquanto incerte: direttamente coinvolte dalle precipitazioni dovrebbero essere la Sardegna, le regioni centrali e la Campania, in successiva risalita verso le regioni settentrionali, mentre la massa d’aria fredda ad essa associata manterrà il clima invernale, specialmente al Centro-Nord. Al Nord in particolare, nel corso dei prossimi giorni, non si escludono altri episodi di neve fino a bassa quota.

Previsioni meteo per domenica 3 gennaio

Temporanee schiarite all’estremo Sud e nel settore del medio Adriatico. Da nuvoloso a coperto altrove, con rovesci sparsi e locali temporali lungo il versante tirrenico, in Liguria e sui settori occidentali delle Isole. Sporadiche e brevi piogge possibili anche su Basilicata e Puglia. Al Nord residue precipitazioni su Piemonte, Lombardia, Emilia ed estremo Nord-Est, nevose sui rilievi oltre 700-900 metri. Temperature massime senza grandi variazioni al Nord, in leggera diminuzione altrove. Venti in parziale attenuazione: soffieranno da moderati a tesi, per lo più di Libeccio sul mar Tirreno, al Sud e sulla Sicilia dove le raffiche toccheranno i 50-60 km/h. Mari per lo più mossi o molto mossi.

Previsioni meteo per lunedì 4 gennaio

Tendenza a schiarite su medio-basso Adriatico, settori ionici e ed estremo Nord-Est. Molte nuvole sul resto del Paese, con ancora delle piogge o locali rovesci più probabili lungo il versante tirrenico della Penisola, sui settori occidentali delle Isole e nel sud della Puglia. Qualche sporadica pioggia non è esclusa anche tra Lombardia, basso Veneto ed Emilia. Tra pomeriggio e sera tendenza a peggioramento all’estremo Nord-Ovest, con precipitazioni in arrivo su Liguria e Piemonte, nevose fino a quote basse (300-400 m) tra Cuneese ed entroterra ligure di ponente. Temperature quasi ovunque in leggera diminuzione. Venti occidentali, moderati o tesi su mari Tirreno e Ionio e attorno alle Isole. Mari mossi o localmente molto mossi.