Il maltempo dal sapore invernale ci accompagnerà, a tratti, fino alla fine del 2020: un’altra perturbazione (la numero 10 del mese) investirà infatti le regioni del Nord tra la sera di domenica 27 e le prime ore di lunedì 28, con la possibilità di copiose nevicate fino in pianura in diversi settori della Pianura Padana.

Domenica 27 si vivrà una tregua  al Centro-Sud e fino al pomeriggio anche al Nord-Est dove non mancheranno ampi rasserenamenti. La perturbazione n.10 di dicembre invece farà sentire i suoi effetti al Nord-Ovest con nevicate inizialmente sulle Alpi occidentali e a quote collinari sull’Appennino settentrionale. Tra la sera e la notte il peggioramento si estenderà a tutto il Nord e alla Toscana con precipitazioni diffuse, nevicate su Alpi e Prealpi, anche in pianura al Nord-Ovest (Piemonte, entroterra ligure e Lombardia).

Le nevicate proseguiranno poi nel corso della giornata di lunedì 28 al Nord-Est e sulle Alpi lombarde, fino a quote basse sulle Alpi lombarde orientali, mentre nelle zone di pianura del Triveneto, dell’Emilia Romagna pioverà con piogge anche insistenti. In mattinata nevicate anche in pianura al Nord-Ovest. Quota neve intorno ai 600-1000 metri sull’Appennino settentrionale con piogge e rovesci che si estenderanno a gran parte del Centro, tranne Abruzzo e Molise, e alla Sardegna. Tempo in miglioramento all’estremo Nord-Ovest, giornata più soleggiata al Sud e in Sicilia.

Sia domenica che l’inizio della settimana saranno caratterizzati da venti anche intensi, in particolare venti occidentali o di Maestrale domenica sui mari di ponente e nelle Isole, da lunedì i venti si disporranno da sud e potrebbero soffiare con particolare intensità soprattutto sul Tirreno, nelle regioni centrali e sull’Adriatico.