Nel fine settimana del 17 e 18 luglio le condizioni meteo torneranno ad essere un po’ più stabili al Nord, in particolare nella giornata di domenica, per lo spostamento della perturbazione sulla penisola verso le regioni centro-meridionali, dove invece aumenteranno l'instabilità e i temporali.

Domenica 18 l’instabilità darà luogo a frequenti temporali nelle zone interne di Abruzzo, Lazio e Molise, al Sud e in Sicilia, con fenomeni che potranno essere anche di forte intensità. Qualche temporale isolato sarà possibile anche sull'Appennino settentrionale, sulle Alpi e sulle Prealpi lombarde e orientali. Nel resto del Paese il tempo sarà più stabile e soleggiato, anche se non mancherà della nuvolosità sparsa specie lungo le coste delle regioni centrali.

Per quanto riguarda le temperature è previsto un ulteriore rialzo termico non solo al Nord, ma anche al Centro e in Sardegna, mentre al Sud e sulla Sicilia le massime subiranno una lieve flessione, con valori comunque inferiori ai 30 gradi. Insiste una ventilazione settentrionale su tutti i nostri mari, in particolare con venti moderati di maestrale attorno alle isole maggiori e di tramontana sul medio e alto Adriatico.

All’inizio della prossima settimana l’Italia sarà ancora interessata dai residui effetti dell’instabilità lasciati in eredità dalla perturbazione, più evidenti al Sud e in Sicilia, dove anche la giornata di lunedì 19 vedrà lo sviluppo di numerosi temporali che, a carattere più isolato, potranno formarsi anche sull’Appennino centrale e Alpi occidentali.

Sul resto dell’Italia cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso. Temperature in lieve rialzo al Centro e nelle Isole maggiori, con valori ancora nella norma o poco inferiori al Sud.