L'inizio della settimana di Natale vedrà condizioni meteo più stabili ma le cose potrebbero cambiare nel corso dei giorni. Si profila infatti l'arrivo di aria più fredda a partire da Natale. Dopo un inizio settimana con temperature ancora sopra le medie vivremo dunque un conseguente brusco calo termico.

Meteo feste di Natale, tempo variabile e aria più fredda in arrivo

Martedì 22 dicembre l’alta pressione dominerà su tutto il Paese garantendo condizioni di tempo stabile ma con un cielo che si presenterà a tratti molto nuvoloso o coperto. Le schiarite più ampie interesseranno probabilmente il settore alpino e le vicine pianure e alcuni tratti del medio e basso Adriatico. Sarà possibile solo qualche sporadica pioggia o pioviggine tra l’estremo Levante ligure e l’alta Toscana.

Da mercoledì 23 dicembre, in seguito al graduale indebolimento dell’alta pressione, le nubi tenderanno ad aumentare ulteriormente in particolare al Centro-nord e sul basso versante tirrenico. Le precipitazioni inizialmente  saranno ancora poche e localizzate in particolare tra la Liguria e l’alta Toscana, sulla Venezia Giulia e lungo le coste tra basso Lazio e Campania. Qualche schiarita in più tenderà a interessare la bassa Calabria e le Isole maggiori.  Fino a mercoledì le temperature non subiranno variazioni di rilievo e si manterranno in generale al di sopra della norma, in particolare nei valori minimi che saranno al di sopra dello zero anche sulle regioni settentrionali.

La tendenza meteo per la Vigilia e Natale è ancora piuttosto incerta. Secondo lo scenario che al momento si prospetta come più probabile, da giovedì vivremo una situazione di tempo variabile  a causa del transito di un perturbazione seguita da aria più fredda che,  a partire dal Nord, tenderà a estendersi lungo il resto della Penisola tra Natale e Santo Stefano, causando quindi un sensibile calo delle temperature.