Domenica 25 luglio mentre aumenterà il rischio di temporali al Nord, il caldo si intensificherà al Centro-Sud e soprattutto in Sardegna anche per l’effetto di venti di Scirocco, con temperature che potranno superare i 40 gradi; sulle regioni centrali e sulla Sardegna il cielo sarà velato. Al Nord saranno possibili rovesci e temporali sui settori alpini e localmente anche sulla pianura piemontese e sul nord della Lombardia. Questi sono i primi effetti dell’avvicinamento di una perturbazione che poi nei giorni successivi interesserà un po’ più direttamente il Nord.

Lunedì 26 sarà una giornata molto simile a domenica con caldo intenso al Centro-Sud e sulle Isole e qualche nuvola tra Sardegna e regioni centrali. Al Nord persisterà una marcata instabilità, in particolare sulle Alpi e al Nord-Ovest, dove saranno possibili rovesci e temporali sparsi e localmente intensi. Sulle regioni settentrionali le temperature subiranno un calo, a eccezione dell’Emilia Romagna orientale e del settore dell’alto Adriatico dove resisteranno ancora delle schiarite.

Tra martedì 27 e mercoledì 28 la massa di aria calda andrà a concentrarsi soprattutto al Sud e sulla Sicilia mentre al Centro e in Sardegna si prospetta un sensibile calo delle temperature e anche la possibilità di qualche isolato temporale più che altro sulla Toscana; il Nord continuerà a essere interessato dalla perturbazione che sarà causa di altri rovesci e temporali sparsi in tutti i settori. Dopo questa fase c’è una buona probabilità che la situazione migliori al Nord nella seconda parte della settimana.