Nell’ultima parte della settimana proseguirà l'afflusso di correnti mediamente occidentali che trasporteranno sull’Italia una massa d’aria relativamente mite. Questo afflusso mite sarà responsabile di un ulteriore rialzo delle temperature.

Dopo un rialzo termico, da domenica 31 gennaio nuovo afflusso di aria fredda

Nell’ambito di queste correnti alcuni impulsi perturbati si faranno strada verso le nostre regioni. In particolare venerdì 29 gennaio un primo debole sistema nuvoloso attraverserà velocemente le regioni di Nordest e quelle centro-meridionali portando poche precipitazioni.

Questo impulso sarà seguito da una perturbazione più intensa che raggiungerà l’Italia nel fine settimana causando maltempo soprattutto al Centro-sud e più marginalmente anche sull’alto Adriatico. Questa seconda perturbazione genererà un’area di bassa pressione che, soprattutto da domenica, attiverà intensi venti settentrionali con conseguente nuovo brusco calo delle temperature. Temperature che torneranno leggermente sotto la media anche all’inizio della prossima settimana in attesa di un probabile nuovo rinforzo delle correnti più miti occidentali.