Mentre l'anticiclone africano mantiene saldamente il dominio sulle regioni meridionali un'intensa perturbazione sta per investire il Nord: tra la notte e la prima parte di domenica 1 agosto provocherà forte maltempo, poi per lunedì si profila un miglioramento delle condizioni meteo destinato tuttavia a durare poco.

Le nostre regioni settentrionali sono infatti destinate a restare ai margini dell'alta pressione, esposte all'afflusso di correnti instabili e di perturbazioni.

La tendenza meteo per i prossimi giorni

Lunedì 2 agosto le condizioni meteo concederanno una tregua dal maltempo alle regioni settentrionali, ma fenomeni isolati potranno ancora coinvolgere Trentino, Alto Adige, Friuli, Venezia Giulia ed Emilia Occidentale.
L'arrivo di aria un po' più fresca regalerà una lieve e parziale pausa dal caldo più estremo al Centro-Sud.

Martedì 3 agosto finisce la tregua, sia per quanto riguarda caldo che per i temporali: il Nord dovrà infatti fare i conti con una nuova perturbazione, che sarà responsabile di temporali diffusi e localmente intensi in gran parte del settore. Secondo l'attuale tendenza meteo i fenomeni saranno meno probabili solo in Emilia Romagna.
Le nuvole aumenteranno anche in gran parte della Penisola, con qualche rovescio possibile sul settore centrale dell'Appennino.
Il caldo africano tornerà a intensificarsi al Sud e in Sicilia, dove anche i venti di Scirocco contribuiranno all'aumento delle temperature: i valori potranno di nuovo raggiungere e superare la soglia dei 40 gradi.

L’evoluzione per la parte centrale della settimana risulta ancora piuttosto incerta, ma al momento la tendenza meteo indica un miglioramento del tempo al Nord, dove qualche episodio di instabilità potrà comunque insistere sulle zone alpine, e il protrarsi dell'intensa ondata di caldo al Sud.