Nella parte centrale della settimana si conferma in rinforzo dell'Anticiclone nord africano con una differenza rispetto alla precedente ondata di caldo: questa nuova risalita dell'aria calda, infatti, pur riportando le temperature su livelli elevati, non sarà così tanto convinta come l'ultima volta. L'Anticiclone africano sarà un po' più debole poiché l'aria calda sale ma in quota trova una struttura indebolita dalla presenza di una debole depressione. Questo causerà dell'instabilità: rispetto al caldo intenso e assolutamente asciutto dell'ultima ondata di caldo, in questo caso abbiamo un caldo sempre intenso ma con la possibilità di temporali in diverse zone, specie quelle montuose.

Nel dettaglio, giovedì 4 agosto saranno probabili fenomeni sul settore alpino e all'estremo Sud, in particolare tra i rilievi della Sicilia e della Calabria. Nel resto d'Italia tempo abbastanza stabile. Temperature su valori di 30-31 gradi lungo le coste, dai 34 ai 37 gradi nelle zone interne con qualche punta anche superiore localmente al Centro-Sud. Venerdì 5 agosto sarà ancora possibile una situazione di instabilità pomeridiana con temporali di calore sulle Alpi e sulla parte meridionale dell'Appennino, principalmente dal basso Lazio in giù con qualche fenomeno anche nelle zone interne delle Isole. Temperature in ulteriore aumento con valori che potrebbero toccare i 38-39 gradi, anche al Nord.

A inizio della prossima settimana la fase calda potrebbe proseguire: la tendenza meteo

L'ondata di calore prosegue anche nel fine settimana quando le temperature rimarranno elevate. L'atmosfera diventa però più instabile al Nord: sia sabato 6 che domenica 7 agosto i temporali potrebbero essere un po' più diffusi sulle Alpi e sull'Appennino settentrionale con qualche sconfinamento possibile in pianura, principalmente su Piemonte e Lombardia. Qualche isolato temporale di calore sarà possibile ancora tra il basso Lazio, l'Appennino meridionale e le zone interne delle Isole. Tempo più soleggiato e stabile lungo il versante Adriatico. Le temperature, seppur decisamente oltre la media, potrebbero subire una leggera flessione al Nord: anche nel weekend si potranno avere in generale punte massime dai 35 ai 39 gradi con qualche grado in meno appunto nelle regioni settentrionali.

In base ai dati attualmente a disposizione, l'inizio della prossima settimana potrebbe vedere una prosecuzione dell'ondata di calore, con valori fino a 37-38 gradi. La tendenza appena descritta presenta ancora un certo margine di incertezza: vi invitiamo dunque a seguire i prossimi aggiornamenti.