Mercoledì 29 novembre un rialzo della pressione favorisce una breve fase di tempo più stabile su tutta l’Italia con venti settentrionali in indebolimento. Dopo il crollo termico avvenuto nel weekend, a metà settimana le temperature tenderanno ad aumentare, con valori vicini alle medie o poco inferiori.

Giovedì 30 novembre le correnti sull’Italia si disporranno da sudovest e trasporteranno aria più mite sulle regioni peninsulari e sulle isole, mentre il clima sarà ancora piuttosto freddo al Nord. Osserveremo inoltre l'arrivo di un'altra perturbazione, l'ultima del mese, che fin dal mattino renderà possibili alcune piogge in Liguria e sull’alta Toscana. In seguito, probabili precipitazioni si avranno anche sul Nordest, in Lombardia e sulle Alpi occidentali; piogge isolate sulla pianura piemontese, sul Lazio e in Campania. Sulle Alpi dapprima nevicherà anche a quote relativamente basse, poi il limite si alzerà sopra 1000-1500 m.

Dicembre al via con perturbazione in transito e caldi venti meridionali: la tendenza meteo

Sulla base degli ultimi aggiornamenti all’inizio del mese di dicembre, la perturbazione giunta giovedì al Nord andrà a coinvolgere anche la Sardegna e l’Italia centrale, preceduta da forti e caldi venti meridionali.