Nelle prossime ore gli effetti della perturbazione numero 2, in progressivo allontanamento, si faranno ancora sentire in diverse regioni d’Italia, con piogge residue al Nordest, sulle zone interne del Centro e sulle regioni meridionali, con la quota neve in abbassamento nel settore alpino. Nonostante un ulteriore diffuso calo termico, più sensibile al Centro-sud e in Sicilia, le temperature invece rimarranno quasi dappertutto al di sopra della norma, mentre forti venti occidentali o di Libeccio spazzeranno le regioni centro-meridionali e le isole, con il pericolo di mareggiate. Le condizioni meteo rimarranno movimentate per tutta la prima parte della settimana, con il passaggio di nuove perturbazioni, ma sempre con un quadro termico in cui, tra alti e bassi, le temperature rimarranno nel complesso al di sopra della norma.

Per la seconda parte della settimana la tendenza resta ancora incerta, ma sembra confermarsi a partire da venerdì l'irruzione di correnti gelide provenienti dall’Europa nord-orientale. Il loro afflusso determinerà un sensibile crollo delle temperature, che potrebbero portarsi al di sotto della media stagionale anche di 8-10 gradi. Per la conferma e ulteriori dettagli vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Previsioni meteo per lunedì 8 febbraio

Ampie schiarite al Nordovest, dove tornerà a splendere il sole. Nuvole altrove: piogge, per lo più deboli e isolate, su Veneto, Trentino, Alto Adige, Friuli, Venezia Giulia, Toscana, Umbria, zone interne del Lazio, Appennino Abruzzese e Molisano, Campania, Calabria, Puglia e Isole; deboli nevicate oltre 800-1000 metri sulle Alpi Orientali, al di sopra di 1300-1400 metri sui rilievi di Abruzzo e Molise. Dalla sera nuovo deciso peggioramento del tempo nelle regioni tirreniche e Sardegna.

Temperature massime in rialzo al Nordovest, in calo nel resto d’Italia. Intensi venti occidentali o di Libeccio su tutti i mari, che risulteranno per lo più agitati.

Previsioni meteo per martedì 9 febbraio

Giornata tra sole e nuvole al Nord, con poche deboli piogge solo in Friuli e Venezia Giulia. Molte nubi nel resto d’Italia: piogge sparse su Toscana, Umbria, Lazio e regioni meridionali, con la formazione di temporali lungo le coste tirreniche. Temperature minime quasi dappertutto in crescita; massime con poche variazioni.