La situazione meteo resterà movimentata praticamente per tutta la settimana. Mentre la giornata di oggi vedrà una breve e parziale tregua dalle piogge, infatti, l'Italia è nel mirino di quattro diverse perturbazioni che raggiungeranno il Paese tra la giornata di domani - mercoledì 5 maggio - e venerdì 7.

I primi segnali del nuovo peggioramento saranno già visibili nelle prossime ore in Sardegna, dove non mancheranno i rovesci a causa della perturbazione n.3 di maggio in avvicinamento dal nord-africa. Domani lo stesso sistema perturbato influenzerà ancora le condizioni meteo al Sud e in Sicilia, mentre un'altra perturbazione raggiungerà il Nord, portando precipitazioni soprattutto nei settori di montagna.

La stessa dinamica dovrebbe ripetersi tra giovedì e venerdì, con la perturbazione n.5 verso le nostre regioni settentrionali, mentre un altro impulso nord africano dovrebbe puntare le regioni meridionali.

Le previsioni meteo per martedì 4 maggio

Oggi giornata tra sole e nuvole al Nord, dove le nubi tenderanno ad addensarsi soprattutto a ridosso dei rilievi ma con poche piogge. Al Centro-Sud cieli inizialmente poco nuvolosi, ma con un aumento delle nubi tra Lazio (dove avremo il rischio di qualche debole pioggia), Campania e nord della Calabria. Cielo solo parzialmente nuvoloso in Sicilia, mentre in Sardegna giornata a tratti coperta con rischio di piogge più diffuso.

Temperature massime quasi ovunque in leggero aumento, fatta eccezione per la Sardegna dove i valori registreranno un lieve calo; in generale vicine ai valori medi stagionali.

Le previsioni meteo per mercoledì 5 maggio

Domani tempo in peggioramento sulle regioni settentrionali con locali piogge o rovesci principalmente sulle Alpi centro-orientali e con limite della neve elevato, oltre i 2000 metri. Qualche fenomeno più sporadico sarà possibile nelle zone pedemontane della Lombardia, del Nord-Est e nell’entroterra dell’alta Toscana. Intanto rapido passaggio di piogge sparse tra Sicilia e Centro-Sud.

Temperature minime per lo più in aumento, massime in calo sul basso Lazio, al Sud, Sicilia e all’estremo Nord-Est. Venti in temporaneo rinforzo, fino a moderati sul Ligure, alto Adriatico, Ionio e in Sicilia dove i mari tenderanno a diventare mossi.