Dopo un inizio di marzo all’insegna dell’alta pressione e di condizioni meteo stabili, la situazione tenderà a cambiare nella seconda parte della settimana.

Per giovedì 4 marzo, in particolare, è previsto un aumento delle nubi sulle nostre Isole maggiori: la responsabile sarà un’area di bassa pressione in avvicinamento da Nord Africa. In Sardegna sarà possibile anche qualche pioggia debole e isolata. Il tempo rimarrà più soleggiato nel resto d’Italia, anche se non mancherà qualche annuvolamento: da segnalare in particolare un cielo a tratti parzialmente nuvoloso sulla Liguria, la Toscana e l’estremo Nord-Est; altrove prevarrà un cielo poco nuvoloso o leggermente velato per nubi alte e sottili.

Le temperature minime aumenteranno al Centro-Nord e saranno stazionarie al Sud e sulle Isole; i valori massimi caleranno lievemente al Nord, sul medio Tirreno e in Sardegna, mentre altrove non subiranno grandi variazioni. In generale registreremo temperature intorno alle medie stagionali, per lo più comprese tra 13 e 16 gradi. Soffieranno venti moderati o tesi di Scirocco nel Canale di Sicilia e nel Canale di Sardegna, con mari mossi o molto mossi. Altrove i venti saranno deboli o molto deboli, e i mari calmi o poco mossi.

Venerdì 5 marzo l’area depressionaria di origine nord-africana determinerà un aumento della nuvolosità su gran parte del Centro-Sud, portando comunque pochi fenomeni di rilievo: al momento qualche debole e isolata pioggia sembra più probabile sulle Isole maggiori, al Centro e in Calabria.
Contemporaneamente, un fronte freddo proveniente dall’Europa settentrionale potrebbe raggiungere venerdì il Nord Italia riportando anche qui qualche  pioggia e deboli nevicate sulle Alpi. Nella giornata di sabato la perturbazione potrebbe coinvolgere molte regioni del Centro-Nord e la Sardegna. Al suo seguito arriverà una massa d’aria più fredda, che farà calare le temperature nelle regioni centro-settentrionali.