Con l’Anticiclone Nord-africano ancora posizionato sull’Italia, anche mercoledì 30 giugno caldo intenso in gran parte d’Italia, con temperature elevate soprattutto al Sud e addirittura picchi localmente oltre i 40 gradi in Sicilia; fa parzialmente eccezione il Nord-Ovest e nelle regioni alpine, dove le temperature restano più contenute a causa della vicinanza di una perturbazione che, in scorrimento sull’Europa Centrale, causerà infiltrazioni di aria relativamente più fresca che favorirà un po’ di instabilità.

L’ondata di calore tenderà a smorzarsi progressivamente nei prossimi giorni, perchè l’alta pressione si farà gradualmente da parte lasciando spazio a correnti nord-occidentali più fresche; così, entro sabato, le temperature torneranno ovunque su valori vicini alla norma. Nel frattempo, fra mercoledì e venerdì, insisterà un po’ di instabilità sulle regioni settentrionali, con conseguente sviluppo di temporali soprattutto sulle Alpi. Successivamente, nel fine settimana, in un contesto di tempo nel complesso soleggiato e caldo nella norma, il Nord potrebbe subire gli effetti di un’altra perturbazione, con temporali più probabili fra la sera si sabato e la giornata di domenica.

Previsioni meteo per mercoledì 30 giugno

Mercoledì giornata tra sole e nuvole sulle zone alpine, con numerosi temporali sulle Alpi Orientali. In prevalenza sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia: qualche nuvola in più, comunque innocua, solo su Calabria e Sicilia.

Temperature massime quasi dappertutto in leggero calo, ma ancora oltre i 35 gradi al Sud e, in particolare, fino ai 40 gradi e oltre in Sicilia. Moderati venti di Libeccio al Nord, parte del Centro ed estremo Sud, di Maestrale sulla Sardegna.

Previsioni meteo per giovedì 1 luglio

Giovedì un po’ di instabilità sulle zone alpine, con temporali più probabili nelle ore pomeridiane e con il rischio di locali sconfinamenti verso le pianure, specie tra Veneto e Friuli. Cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia. Temperature in calo, più sensibile al Sud, con valori più vicini alle medie stagionali.