Il mese di aprile volge al termine e lo fa con un nuovo peggioramento del tempo sulle regioni centro-settentrionali, a causa del passaggio della perturbazione numero 11: direttamente coinvolte saranno le regioni del Nord, le centrali tirreniche e la Sardegna, più marginalmente quelle centrali adriatiche. Ai margini, invece, resteranno le regioni del Sud e la Sicilia dove, al contrario, si potranno sperimentare i primi assaggi di caldo estivo, grazie all’aria insolitamente calda per il periodo in risalita dal Nord Africa, che spingerà i termometri localmente anche oltre i 25 gradi. Pochi cambiamenti in vista nell’ultima parte della settimana e dunque per il weekend del primo maggio, con l’Italia sostanzialmente ancora spaccata in due: mentre al Sud andranno in scena le prove generali dell’estate (non si escludono i primi 30 gradi dell’anno), il Centro-Nord verrà investito dalla perturbazione numero 1 di maggio, con una fase di intenso maltempo prevista tra la sera di sabato e le prime ore di domenica sulle regioni settentrionali e sulla Toscana.

Previsioni meteo per giovedì 29 aprile

Giovedì al Sud e sulla Sicilia tempo in prevalenza soleggiato, nonostante il passaggio di banchi nuvolosi di modesta entità. In tutte le altre regioni cielo da nuvoloso a molto nuvoloso, salvo temporanee schiarite nel settore del medio Adriatico. In mattinata isolate piogge nel settore alpino-prealpino, su Liguria, Toscana, Lazio e Sardegna. Tra pomeriggio e sera aumenterà il rischio di precipitazioni un po’ su tutto il Nord e sull’alta Toscana, anche sotto forma di rovesci e isolati brevi temporali. Piogge brevi e occasionali anche nel resto del Centro.

Temperature massime in aumento al Sud e sulle regioni centrali adriatiche, con punte di 26-28 gradi su Puglia, Calabria e Sicilia. Venti meridionali, da deboli a localmente moderati, con rinforzi nel Canale di Sicilia.

Previsioni meteo per venerdì 30 aprile

Venerdì al Nord cielo in prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso: piogge sparse, rovesci e locali temporali più probabili lungo la fascia alpina-prealpina, su Piemonte, Lombardia, Liguria di levante e sulle alte pianure di Veneto e Friuli. Maggiore variabilità al Centro e sulla Sardegna, con locali piovaschi non esclusi al mattino sull’isola, tra pomeriggio e sera su Toscana, Umbria e Marche. Al Sud e sulla Sicilia solo qualche velatura passeggera, in un contesto di tempo soleggiato e caldo.

Temperature: massime ovunque in aumento e al di sopra della norma, particolarmente all’estremo Sud dove si potranno toccare i 30 gradi, in particolare su Calabria e Sicilia. Venti: da deboli a localmente moderati di Scirocco sui mari Adriatico e Ionio.