La perturbazione  numero 11 di gennaio sta interessando le regioni meridionali e quelle centrali adriatiche, con nubi, piogge e qualche locale nevicata a quote piuttosto basse; nelle prossime continuerà a spostarsi verso Sud abbandonando l’Italia nel corso della giornata. Nel frattempo il sistema perturbato sta trascinando con sé correnti più fredde, che determineranno un calo generale delle temperature, più sensibile al Centro-sud. Venti settentrionali soffieranno forti al Sud e sulle Isole; di conseguenza i mari si presenteranno molto mossi.

Mercoledì saremo interessati da correnti più asciutte settentrionali e splenderà il sole su quasi tutto il Paese, mentre da giovedì si prospetta un nuovo progressivo peggioramento con un aumento delle nubi e delle precipitazioni, ma con un generale rialzo termico.

Previsioni meteo per martedì 26 gennaio

Bel tempo con cieli sereni o poco nuvolosi al Nord, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Sardegna. Più nubi sul resto d’Italia: precipitazioni residue su Abruzzo e Molise (quota neve intorno ai 400 metri), Puglia, Calabria e Sicilia; qualche nevicata sui rilievi della Calabria oltre 1400 metri. La situazione tenderà progressivamente a migliorare anche al Sud e in Sicilia, con precipitazione sempre meno diffuse e ampie schiarite entro sera.

Temperature massime in diminuzione, calo più sensibile al Centro-Sud e Isole. Venti settentrionali forti sulle regioni meridionali, Sicilia e Sardegna; mari localmente molto mossi.

Previsioni meteo per mercoledì 27 gennaio

Cieli sereni o poco nuvolosi sulla maggior parte delle regioni. Nuvole irregolari e variabili potranno ancora interessare la Puglia, la Calabria e le Isole maggiori con qualche isolata precipitazione lungo le coste adriatiche della Puglia e qualche fiocco di neve fino ai 400 - 600 metri nel Gargano. Possibili addensamenti anche lungo le Alpi di confine dalla Val D’Aosta all’Alto Adige, con locali nevicate.

Temperature minime per lo più in calo specie al Sud e nelle Isole; valori massimi senza variazioni di rilievo. Venti ancora moderati da ovest o nord-ovest su Ionio, Calabria e Isole.