Durante il fine settimana una perturbazione atlantica si avvicinerà alle regioni settentrionali interessando soprattutto i settori alpini e prealpini; da sabato 24 luglio le regioni del Centro-Sud verranno invece investite da una massa di aria molto calda associata all’anticiclone nord-africano. Temperature eccezionalmente alte si potranno misurare soprattutto sulla Sardegna che sarà la regione più rovente.

Sabato 24 luglio prevarrà il sole, con velature passeggere al Centro-Nord e in Sardegna, modesti annuvolamenti sulla Calabria. Nel corso della giornata una perturbazione in avvicinamento dalla Francia determinerà un aumento della nuvolosità sulle aree alpine, soprattutto quelle nord-occidentali, con temporali e rovesci probabili a partire dal pomeriggio, localmente in estensione alla pianura torinese. Temporali isolati in Trentino Alto Adige.

Temperature in crescita soprattutto in Sardegna con punte vicine ai 40 gradi, nelle zone interne del Centro e nel Nord-Est. Venti da deboli a moderati da sud o sud-est sulla Sardegna; deboli altrove. Mare attorno alla Sardegna mosso, specie il Canale di Sardegna e il Tirreno; calmi o poco mossi tutti gli altri bacini.

Domenica il caldo si intensificherà al Centro-Sud e soprattutto in Sardegna con temperature che potranno superare i 40 gradi; sulle regioni centrali e sulla Sardegna il cielo sarà velato. Al Nord saranno possibili rovesci e temporali sui settori alpini e localmente anche sulla pianura piemontese e sul nord della Lombardia.

All’inizio della prossima settimana, nello scenario più probabile, il clima sarà ancora rovente al Centro-Sud e nelle Isole, mentre sui settori più settentrionali del Paese saranno possibili temporali, anche forti.