L’arrivo dell’autunno si fa sentire anche dal punto di vista meteo, con una fase decisamente più dinamica e in qualche caso anche molto perturbata. In questo ultimo weekend di settembre l’Italia deve fare i conti con una intensa perturbazione, la numero 7 del mese, che avanza da ovest: sabato 24 settembre investirà il Nord e la Toscana, mentre l’attivazione di venti caldi meridionali farà salire in modo sensibile le temperature nelle regioni centro-meridionali, anche oltre i 25 gradi e con punte prossime ai 30 gradi nelle due Isole maggiori.

Per domenica 25 settembre si profilano condizioni di spiccata instabilità al Centro-Nord, in Sardegna e in parte del Sud – in particolare Campania e nord Puglia – con fenomeni particolarmente insistenti tra basso Lazio e Campania settentrionale. Lunedì, poi, il maltempo coinvolgerà il Sud con una residua instabilità anche al Centro e in Sardegna.

Ci attende, dunque, una fase di diffuso maltempo, con precipitazioni in alcuni casi anche abbondanti: a rischio soprattutto le regioni tirreniche dove non escludiamo fenomeni persistenti, intensi nubifragi e conseguenti gravi criticità. La prossima settimana si preannuncia turbolenta e a tratti ancora piovosa, con un’altra perturbazione (la n.8) atlantica attesa martedì.

Le previsioni per sabato 24 settembre

Sabato tempo in peggioramento al Centro-Nord, con precipitazioni sin dal mattino al Nord-Ovest, in successiva estensione al Nord-Est e alla Toscana e più verso sera anche a Marche meridionali, Umbria e alto Lazio. Qualche isolata pioggia possibile sulla Sardegna nord-occidentale. Fenomeni localmente abbondanti, a carattere rovescio o di temporale, tra il pomeriggio e la notte.

Temperature massime in calo al Nord-Ovest, in rialzo al Centro-Sud dove si potranno anche superare i 25 gradi. Venti di Scirocco da moderati a localmente forti sui mari occidentali e sull’Adriatico centro-settentrionale al largo, con raffiche fino a 50-60 km/h. Mari: mossi o molto mossi basso Ligure, Tirreno, mare di Sardegna e Canali delle Isole.

Le previsioni per domenica 25 settembre

Il maltempo investirà più direttamente le regioni centrali: massima attenzione all’area Lazio, Abruzzo, Molise e alta Campania dove le precipitazioni persistenti, molto abbondanti, sotto forma di nubifragi, potranno generare gravi criticità. Al Nord, tempo inizialmente molto perturbato sul Friuli Venezia Giulia; in generale il tempo resta instabile, con occasione per altre precipitazioni, sparse e intermittenti. Spiccata variabilità nel resto del Sud: nel corso della giornata locali rovesci non esclusi tra Calabria meridionale ed est Sicilia.

Temperature massime in ulteriore aumento al sul medio Adriatico, al Sud e sulle Isole dove si potranno sfiorare i 30 gradi. Venti da moderati a forti di Scirocco al Centro-Sud, dove i mari diverranno molto mossi.