Archiviato il mese di giugno, stiamo per lasciarci alle spalle anche la prima intensa ondata di calore dell’estate 2021, che ha investito pesantemente e a lungo le regioni del Sud. Ultime fiammate sulle estreme regioni meridionali e poi stop al clima bollente: nei prossimi giorni l’unica regione rovente resterà la Sicilia dove si potranno ancora superare i 35 gradi. A portare un minimo di sollievo ci penseranno le correnti più temperate dell’Atlantico, che ridimensioneranno un pochino il quadro termico, pur restando su valori al di sopra della norma.

In seno a tali correnti si muoveranno alcune perturbazioni: una di queste (la n.5 di giugno), con la sua coda lambisce ancora il Nord-Est. Un’altra, più attiva (la n.1 di luglio), attraverserà le regioni settentrionali tra sabato e domenica, causando una marcata accentuazione dell’instabilità, con lo sviluppo di molti temporali, localmente anche intensi.

Previsioni meteo per giovedì 1 luglio

Su quasi tutte le regioni il tempo sarà soleggiato, con una prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Da segnalare la presenza di nubi, soprattutto in mattinata, su Liguria di levante, alta Toscana e Lazio. Maggiore variabilità nelle aree alpine e sulle regioni di Nord-Est, con lo sviluppo di brevi rovesci o isolati temporali pomeridiani attorno ai rilievi del Triveneto, occasionalmente anche sulle adiacenti pianure di Veneto e Friuli.

Temperature massime ancora fino a 36-38 gradi su Calabria e Sicilia, in calo nel resto del Sud dove si attenua l’ondata di calore. Nel resto del Paese i valori oscilleranno per lo più tra 27 e 33 gradi. Venti localmente fino a moderati occidentali.

Previsioni meteo per venerdì 2 luglio

Sulle regioni peninsulari e sulle Isole tempo generalmente soleggiato, salvo temporanei annuvolamenti nel pomeriggio lungo la dorsale appenninica e nelle aree interne adiacenti. Maggiore variabilità al Nord, con spazi soleggiati più ampi nel settore di Nord-Ovest e tempo localmente instabile al Nord-Est. In mattinata isolati rovesci tra la val padana centro-orientale e le coste dell’Emilia Romagna; nel pomeriggio brevi temporali in sviluppo lungo le Prealpi e la dorsale settentrionale.

Temperature massime in ulteriore calo all’estremo Sud: la regione più calda resterà la Sicilia dove si potranno localmente superare i 35 gradi; altrove valori compresi tra 28 e 34 gradi.