Il fine settimana del 20-21 marzo che segna l’inizio della primavera astronomica (l’equinozio cade infatti sabato 20 marzo alle ore 10:37), vedrà invece condizioni meteo invernali sull’Italia per l’arrivo di altri nuclei di aria fredda diretti verso il Mediterraneo. Le due perturbazioni attese tra venerdì e domenica (nr.8 e nr. 9 di marzo) investiranno più direttamente le regioni centrali adriatiche, il Sud e le Isole, con forti venti, piogge, temporali e nevicate anche a quote collinari; venerdì la neve farà una breve comparsa a bassa quota anche in Piemonte. Questo tipo di circolazione dalle caratteristiche tipicamente invernali potrebbe insistere fino a metà della prossima settimana.

Previsioni meteo per venerdì 19 marzo

Venerdì al mattino deboli nevicate in Piemonte fino a 300/400 metri, in esaurimento nel tardo pomeriggio; cielo parzialmente nuvoloso nel resto del Nord e in Toscana, con più spazi di sereno al Nord-Est e occasionali rovesci nevosi sulle Prealpi tra Lombardia e Veneto. Cielo nuvoloso o molto nuvoloso nelle altre regioni, con piogge sparse soprattutto dal pomeriggio su Lazio, Campania, Calabria e Isole; nevicate sull’Appennino centrale oltre 600/800 metri, fino a 800/1200 metri al Sud e in Sardegna. In serata peggiora al Sud, con precipitazioni più diffuse e rischio di forti rovesci o temporali in Campania e in Sicilia.

Temperature minime in calo al Nord, con possibili gelate anche in pianura; massime in diminuzione quasi ovunque, con valori inferiori alla media. Ventoso al Centro-Sud per venti in prevalenza orientali.

Previsioni meteo per sabato 20 marzo

Sabato maltempo fin dal mattino sulle regioni centrali adriatiche e al Sud, con piogge e rovesci anche intensi; nevicate a 600/700 metri al Centro, oltre 800/1200 metri in Puglia e Campania. Nuvolosità e piogge solo occasionali in Umbria, Lazio e Sardegna; nubi ancora meno compatte alternate a schiarite al Nord e in Toscana, a parte qualche breve rovescio pomeridiano su Prealpi e Appennino, nevoso dai 600 metri.

Temperature invernali e in ulteriore calo nei valori minimi; deboli gelate anche in pianura al Nord. Ventoso quasi ovunque per forti venti di Bora e Grecale al Nord e al Centro, Tramontana in Sardegna, di direzione variabile al Sud. Mari molto mossi o agitati.