Nella seconda parte della settimana l’Italia dovrà fare i conti con l’alta pressione che matrice africana che, stabilmente posizionata sulla Penisola, spingerà sulle nostre regioni un massa d’aria molto calda, responsabile di un’intensa ondata di calore che toccherà l’apice nel corso del fine settimana, ma che al Sud potrebbe proseguire anche oltre. Tra sabato e domenica quasi dappertutto si raggiungeranno e oltrepasseranno i 30 gradi, mentre in Sardegna si potrebbero sfiorare i 40 gradi. Aumenterà anche il disagio dovuto all’afa, specie al Nord. Il tempo sarà in prevalenza soleggiato, con un po’ di instabilità pomeridiana solo su Alpi, Appennino Settentrionale e, nella giornata di giovedì 17 giugno, localmente anche su Pianura Padana Occidentale e Appennino Centrale.

Previsioni meteo per giovedì 17 giugno

Giovedì al mattino nuvole al Nordovest, con isolati rovesci su Alto Piemonte e Alta Lombardia; cielo sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia. Nel pomeriggio temporaneo aumento della nuvolosità anche su settore alpino orientale e zone interne del Centro: temporali isolati su Alpi, Umbria, Appennino Marchigiano, rilievi laziali e interno dell’Abruzzo.
Temperature massime in ulteriore aumento, per lo più comprese fra 27 e 33 gradi, con punte fino a 35 gradi in Sardegna. Ventoso sulle Isole Maggiori per venti di Scirocco, altrove venti deboli; mossi i mari attorno alle Isole, poco mossi gli altri bacini.

Previsioni meteo per venerdì 18 giugno

Venerdì giornata tra sole e nuvole su rilievi del Nord, medio versante adriatico e zone interne del Sud, con isolati temporali pomeridiani su Alpi, versante adriatico dell’Appennino Centrale, Irpinia e Appennino Lucano. Nel resto d’Italia cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature massime in leggera crescita al Sud, in lieve calo invece nelle regioni centrali adriatiche.