Sull’Italia insiste la perturbazione numero 5 di aprile, la quale martedì 13 aprile porterà le sue piogge soprattutto al Nordest, regioni centrali e basso versante tirrenico, con nevicate su Alpi e Appennino anche al di sotto dei 1000 metri. Nel frattempo le correnti fredde che seguono la perturbazione si propagheranno a tutta l’Italia, causando un diffuso calo termico.

Nei prossimi giorni, con la perturbazione in allontanamento dalla Penisola, ci attende invece un generale miglioramento del tempo. In particolare mercoledì 14 aprile ultime piogge residue per lo più concentrate all’estremo Sud, dove anche le temperature andranno incontro a un ulteriore calo, mentre nel resto d’Italia, pur senza la presenza dell’alta pressione, il tempo risulterà in prevalenza bello e caratterizzato da rialzo termico.

Previsioni meteo per martedì 13 aprile

Martedì graduali schiarite al Nordovest e Isole Maggiori. Ancora in generale nuvoloso sul resto d’Italia: nel corso del giorno piogge su Venezie, Emilia, Romagna, regioni centrali, Campania, Puglia e Calabria Tirrenica; nevicate oltre 500-700 metri sulle Alpi Orientali, oltre 800-1200 metri sull’Appennino Centrale e Settentrionale, con possibili rovesci di neve sui rilievi di Abruzzo e Molise.

Temperature massime in leggero aumento all’estremo Nordovest, in calo nel resto d’Italia.

Previsioni meteo per mercoledì 14 aprile

Mercoledì mattinata di bel tempo al Nord, medio versante tirrenico e Sardegna, nuvole altrove: qualche pioggia in Calabria, con neve sui rilievi oltre 1300-1500 metri. Nel pomeriggio nuvolosità in aumento in Liguria, Piemonte, Toscana, Umbria e Lazio: qualche pioggia sulla Liguria, con deboli nevicate sui rilievi oltre 1000-1200 metri.

Temperature massime in calo al Nordovest, medio versante adriatico e regioni meridionali, in rialzo altrove