Con l'arrivo delle piogge e dell'autunno si apre la stagione della ricerca dei funghi porcini. Sono più di 700 mila le specie conosciute e per questo motivo Coldiretti ha pensato di stilare una serie di regole per i cercatori di funghi. Si tratta di pratici consigli nel rispetto dell'ambiente e della natura, ma anche per raccogliere funghi in totale sicurezza.

Funghi in sicurezza: il decalogo di Coldiretti

La stagione autunnale segna anche il ritorno della ricerca dei funghi. Sono tantissimi gli italiani appassionati di funghi che nascono nei boschi, ma ancora oggi si registrano casi di intossicazione alimentare legati al loro consumo. Solo pochi giorni fa una donna è morta dopo aver mangiato dei funghi raccolti da un parente. Per questo motivo Coldiretti ha stilato una serie di 10 regole per raccogliere in funghi in sicurezza e nel pieno rispetto dei boschi.

Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Toscana ha dichiarato: "I boschi sono luoghi meravigliosi, di svago e biodiversità, ma possono essere anche molto pericolosi senza i dovuti accorgimenti e la necessaria consapevolezza. Così come crediamo sia necessario proteggere la biodiversità di un ecosistema che viene preso d’assalto, e spesso senza alcun rispetto, dal cercatore occasionale della domenica che abbandona rifiuti e distrugge la vegetazione ed il patrimonio micologico. In questo avvio di stagione stiamo assistendo ad una vera e propria corsa al bosco alla ricerca dei pregiati porcini, il trofeo più ambito da qualsiasi cercatore, che non sempre avviene nel rispetto delle regole e del buonsenso, della propria ed altrui sicurezza e dell’ambiente che li ospita".

Le regole di Coldiretti per raccogliere i funghi

Ma entriamo nel dettaglio e scopriamo le 10 regole di Coldiretti per raccogliere i funghi in sicurezza e nel rispetto del bosco:

  1. Prima di tutto l'itenerario: scegliere sentieri adatti alle proprie condizioni fisiche;
  2. E' importante comunicare sempre a qualcuno il tragitto scelto possibilmente recandosi in compagni e non da soli;
  3. Prestare attenzione ai sentieri nel bosco che, in caso di pioggia, possono diventare scivolosi e pericolosi;
  4. Prima di recarsi nel bosco per cercare funghi consultare il meteo valutando possibili cambiamenti climatici;
  5. In caso di rischio fulmini mai sostare vicino ad alberi, pietre e oggetti acuminati;
  6. Indossare sempre scarpe e vestiti adatti a camminare nel bosco e ricordarsi di portare acqua e cibo;
  7. Mai raccogliere funghi che non si conoscono essendoci tantissime specie velenose;
  8. Verificare i limiti alla raccolta di funghi contattando i servizi micologici territoriali;
  9. Una volta raccolto il fungo pulirlo eliminando foglie e terriccio;
  10. Usare contenitori rigidi e areati per contenere e proteggere i funghi raccolti.

Un decalogo breve ma chiaro quello condiviso da Coldiretti con una serie di comportamenti da tenere nei boschi ricordando che non ci si improvvisa mai cercatori di funghi. Per chi è alle sue prime "esperienze" è consigliato recarsi nei mercati di Campagna Amica dove è possibile acquistare anche funghi coltivati e sicuri per la salute.