Dopo un weekend di Ferragosto stabile e molto caldo arrivano conferme sull’interruzione di questa intensa ondata di calore che da giorni sta attanagliando l’Italia con valori record. Una nuova perturbazione atlantica tra la sera di lunedì e martedì sarà accompagnata da aria più fresca che progressivamente invaderà tutto il Paese, arrivando tra mercoledì e giovedì anche al Sud accompagnata da venti nord-occidentali.

Da martedì 17 agosto venti più freschi e calo termico a partire dal Nord

Intanto martedì ci sarà il rischio di piogge o temporali su estremo Nordest, Emilia Romagna e regioni centrali adriatiche, mentre le precipitazioni saranno scarse sul Nordovest.  Si attiveranno freschi venti di Maestrale sulla Sardegna. Da segnalare il rinforzo del Libeccio e dello Scirocco all’estremo Sud e sulla Sicilia con gli ultimi picchi di 40 gradi. Venti settentrionali determineranno un calo termico al Nordest al Centro e sulla Sardegna, al Nordovest temporanei rialzi per effetto dei venti di Foehn e valori in calo da mercoledì. Nella seconda parte della settimana caldo più nella norma senza clima afoso.