L’estate 2022 è stata finora torrida, e il trend di aumento delle temperature è destinato a durare. E così sempre più persone si rivolgono al condizionatore per trovare refrigerio. Ma non è una scelta a basso costo: si stima infatti che la bolletta dell’energia elettrica possa subire un aumento fino al 25% nel caso in cui si utilizzi l’aria condizionata per più di 4 ore. E se ai rincari del prezzo dell’energia aggiungiamo un uso scorretto dell’impianto, i costi potrebbero essere ancora più alto. Il Corriere della Sera ha realizzato una guida per cercare di risparmiare: ecco i consigli.

Leggi anche: Acqua di scarico del condizionatore, come riutilizzarla? 5 modi utilissimi

Come comprare un condizionatore a prezzo scontato

Per chi non avesse un condizionatore, ma desiderasse comprarlo, è ancora possibile sfruttare il cosiddetto “bonus condizionatori”. La detrazione del 50% per l’acquisto di un climatizzatore di classe almeno A+ si può ottenere però solo se abbinata alla ristrutturazione della casa.

Condizionatore e classe energetica: quale scegliere

Se si acquista un nuovo condizionatore, è importante sceglierne uno di classe A o superiore per ridurre i consumi e avere una bolletta più “leggera”.  Un dispositivo a basso consumo, infatti, consente di ridurre notevolmente la spesa: passare da un condizionatore di classe B a uno di classe A++ significa ridurre il costo in bolletta di circa il 30-40% annuo.

Pulire regolarmente i filtri del condizionatore

Per chi invece avesse già un condizionatore in casa, esiste un trucco semplice - e necessario per allungare la vita del dispositivo - per risparmiare: fare manutenzione regolarmente e pulire spesso i filtri. Un impianto sporco o su cui non sono mai stati fatti lavori di manutenzione può infatti arrivare a consumare fino all’8% in più.

Usare il deumidificatore

Un altro consiglio utile per risparmiare sulla bolletta è quello di impostare il condizionatore sulla modalità deumidificatore, che consuma mediamente meno energia elettrica. E valgono inoltre i consigli di buon senso: evitare di tenere una temperatura troppo bassa e chiudere le finestre, per non disperdere l’aria fresca in casa.