fonte: Pixabay

Dopo lo stop forzato causa pandemia Covid-19, nel 2022 si torna a pagare il bollo auto. Si tratta di un tributo locale previsto dall'amministrazione finanziaria italiana, che grava sugli autoveicoli e motoveicoli immatricolati in Italia. Il versamento di questa tassa è a favore delle Regioni di residenza. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul pagamento Bollo auto 2022: date di scadenza, come pagarlo e chi è esente.

Bollo auto 2022, la scadenza e come effettuare il pagamento

Bollo auto 2022: ritorna la tassa regionale per milioni di possessori di autoveicoli e motoveicoli. Dopo le sospensioni scattate per via della pandemia da Coronavirus, quest'anno il Governo non ha previsto alcuna agevolazione, reintroducendo la tassa regionale. L'importo da pagare è elaborato dall'ACI che fornisce al proprietario la cifra esatta del tributo.

Il bollo auto può essere pagato presso tutti i centri Aci (Automobile Club d’Italia), ma anche presso gli sportelli Atm e le tabaccherie convenzionate. Non solo, il pagamento può essere effettuato anche presso le ricevitorie Lottomatica e punti Sisal, recandosi in Posta, tramite Satispay, utilizzando l'app IO dei servizi pubblici oppure sul sito dell’Agenzia delle Entrate. E ancora: sul sito dell’ACI mediante il servizio pagoBollo, tramite l'home banking della propria banca oppure con domiciliazione bancaria usufruendo anche di uno sconto del 15%.

Per verificare il pagamento del bollo auto (compreso quello degli anni passati) è possibile collegandosi al sito internet dell'Agenzia dell'Entrate oppure sul portale dell'Aci.

La scadenza del pagamento varia a seconda del periodo. Ecco per voi un quadro con le possibili scadenze del bollo auto :

  • dicembre 2021: pagamento dall’1 al 31 gennaio 2022;
  • gennaio 2022: pagamento dall’1 al 28 febbraio 2022;
  • aprile 2022: pagamento dall’1 maggio al 31 maggio 2022;
  • maggio 2022: pagamento dall’1 giugno al 30 giugno 2022;
  • luglio 2022: pagamento dall’1 agosto all’1 settembre 2022;
  • agosto 2022: pagamento dall’1 al 30 settembre 2022;
  • settembre 2022: pagamento dall’1 al 31 ottobre 2022;
  • dicembre 2022: pagamento dall’1 al 31 gennaio 2023.

Bollo auto 2022, sanzioni ed esenzioni

Il mancato pagamento del bollo auto fa scattare il pagamento di sanzioni. Secondo la legge 157 del 25 aprile 2019, in caso di pagamento oltre i 12 mesi dalla data di scadenza, il proprietario è tenuto al pagamento di una sanzione aggiuntiva del 4,29%. Se, invece, il tributo viene pagato dopo oltre due anni dalla scadenza la contravvenzione extra è del 5%. Attenzione: se il bollo non viene pagato per 3 anni consecutivi, il soggetto rischia la cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) con possibile ritiro della carta di circolazione e targa del veicolo. Per gli inadempienti entra in gioco l'Agenzia delle Entrate.

Ci sono però dei soggetti esentati dal pagamento del bollo auto. Si tratta di chi usufruisce della legge 104(il riferimento legislativo "per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate"), ma anche per i possessori di veicoli utilizzati per il trasporto di disabili. Non solo, esonerati dal pagamento del tributo anche i possessori di auto d'epoca da almeno 30 anni e gli acquirenti di automobili elettriche. In quest'ultimo caso l'esenzione ha una durata di cinque anni dall'acquisto.